Bonus Bicicletta: fissata la data per l’inoltro delle richieste

12 Ottobre 2020, di Alberto Battaglia

Il ministero dell’Ambiente ha sciolto gli ultimi dubbi sulle tempistiche dell’atteso Bonus bicicletta, lo sconto sul 60% del prezzo di acquisto nato per favorire la mobilità alternativa ai mezzi pubblici e ridurre le possibilità di contagio da Covid-19.

Bonus bicicletta: come richiederlo

Le richieste secondo quanto fatto trapelare dal ministero al Sole 24 Ore, le richieste per l’incentivo potranno partire dal 3 novembre. Nell’ambito di questo click day sarà richiesto ai consumatori che hanno acquistato bici, e altri mezzi come i monopattini elettrici, l’inserimento delle fatture sulla piattaforma che sarà resa disponibile sul sito dello stesso ministero dell’Ambiente.

Ricordiamo che il Bonus prevede uno sconto del 60% sul prezzo d’acquisto, fino a un massimo di 500 euro di riduzione; si può accedere all’incentivo, però, solo se si è residente in un Comune che abbia più di 50mila abitanti.

Le risorse stanziate dal governo per far fronte ai rimborsi delle spese già sostenute per gli acquisti (il Bonus resta in vigore fino al 31 dicembre) sono pari a 210 milioni di euro.
Potrebbe essere necessario incrementare tale serbatoio di denaro, in quanto, stando alle stime di Confindustria Ancma, sarebbero state acquistate 540mila biciclette solo nel primo mese successivo al confinamento forzato. Si tratta di un dato circoscritto nel tempo e che nemmeno include i monopattini. Con 210 milioni, però, un ipotetico sconto medio da 350 euro sarebbe accessibile solo a 600mila richieste.

Secondo quanto afferma il Sole, il ministero dell’Ambiente avrebbe però già stretto un accordo “con il ministero dell’Economia per inserire nuovi fondi nella legge di bilancio per soddisfare tutte le richieste”, denaro che potrebbe essere ricavato dalle “aste verdi e da fondi interni del ministero”.

Tenendo conto della possibile esiguità della dotazione, Ancma ha suggerito i cittadini a “prepararsi e approcciare la procedura con rigore e tempestività”, premurandosi di attivare in anticipo la propria identità Spid, che sarà poi necessaria per accedere alla piattaforma.