Bonus affitto, come richiederlo nel 2023

14 Novembre 2022, di Pierpaolo Molinengo

Il bonus affitto è stato prorogato fino al 31 dicembre 2023. A prendere questa importante decisione è stata la Regione Lombardia, che ha provveduto ad integrare il fondo 2022 e ha posticipato i termini per presentare la domanda al 31 dicembre 2023. Ricordiamo che il bonus affitto lombardo costituisce, a tutti gli effetti, un contributo economico a sostegno delle famiglie più deboli, alle prese con il canone di locazione. La domanda potrà essere presentata dai diretti interessati a seguito della pubblicazione del bando nel proprio comune di residenza.

Bonus affitto, in cosa consiste

Il bonus affitto – anche conosciuta come Misura Unica per l’Affitto – è a tutti gli effetti un contributo economico rivolto alle famiglie che devono pagare un canone di locazione sul libero mercato. I diretti interessati devono trovarsi in una situazione di fragilità economica a causa degli effetti del Covid-19.

Possono richiedere il contributo le famiglie con un contratto di affitto privato – compreso anche il canone concordato – e quanti stanno abitando in un alloggio in godimento o in alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali ai sensi della Legge Regionale n. 16/2016, art.1 comma 6. Sono esclusi dalla possibilità di richiedere il bonus affitto quanti abbiano sottoscritto i seguenti contratti:

  • Servizi Abitativi Pubblici (Sap);
  • Servizi Abitativi Transitori (Sat);
  • contratti di locazione con acquisto a riscatto.

Per coprire questa misura, la Giunta regionale della Lombardia ha stanziato qualcosa come 2,6 milioni di euro per integrare il fondo 2022. Sono state, inoltre, approvate le linee guida per degli interventi che favoriscano il mantenimento dell’alloggio in affitto sul mercato libero.

A quanto ammonta il contributo

Il bonus affitto copre 10 mensilità del canone di locazione, fino ad un tetto di spesa massimo pari a 3.600 euro ad alloggio. Il richiedente deve avere un Isee inferiore a 35.000 euro ed aver sottoscritto il contratto di locazione da almeno sei mesi. Per accedere al contributo è necessario, inoltre, essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • non essere sottoposti a delle procedure per il rilascio dell’abitazione;
  • non essere proprietari di un alloggio in Lombardia.

Con Dgr 6970 del 19.09.2022 è stata inoltre approvata La Misura complementare, ovvero una misura aggiuntiva di libera progettualità degli Ambiti a cui potrà essere destinato un massimo del 50% delle risorse assegnate all’Ambito. Per l’erogazione del bonus costituisce criterio preferenziale essere in possesso di uno dei seguenti requisiti, determinati dall’emergenza sanitaria:

  • perdita del posto di lavoro;
  • consistente riduzione dell’orario di lavoro;
  • mancato rinnovo dei contratti a termine;
  • cessazione di attività libero-professionali;
  • malattia grave, decesso di un componente del nucleo familiare.

Per poter accedere al bonus affitto, i diretti interessati devono rivolgersi direttamente al comune di residenza, dove dovranno richiedere informazioni sull’attivazione del bando e sulle modalità.