Black Friday: tutti i numeri del “venerdì nero” dello shopping

28 Novembre 2019, di Mariangela Tessa

Mancano meno di ventiquattr’ore al Black Friday, il “venerdì nero” dello shopping a prezzi scontati, rientrato ormai tra gli eventi che gran parte degli italiani annotano in anticipo sul calendario. Ma gli sconti non si esauriscono alla giornata di domani. Fino al prossimo lunedì, il cosiddetto Cyber Monday, si stima una corsa alla sconto che non ha eguali nel corso dell’anno.

A questo proposito, Trovaprezzi.it, il comparatore di prezzi online leader in Italia, nella sua ultima ricerca ha analizzato il comportamento degli italiani relativamente alla ricerca online proprio nel lungo fine settimana dedicato agli acquisti.

Tra il 23 e il 26 novembre dello scorso anno, le ricerche hanno superato quota 4 milioni e mezzo. Analizzando i prodotti ricercati, rispetto al 2017 si è riscontrato un calo di interesse per la categoria Aspirapolvere e Pulitrici (passata dalla 5° alla 9° posizione) Elettrodomestici da Cucina, Profumi e Tablet a vantaggio di Integratori e Coadiuvanti, Frigoriferi e Congelatori e Forni che salgono in classifica posizionandosi rispettivamente alla 6°, 7° e 10° posizione.

I momenti di maggior picco delle ricerche

Nonostante la giornata di venerdì sia lavorativa, dalle 9 alle 14 del Black Friday si concentra la maggiore attività degli italiani, che prosegue il sabato pomeriggio con picchi di ricerche tra le 14 e le 18 e la domenica dalle 17 alle 22.

Il Cyber Monday, che chiude il periodo delle offerte prenatalizie, attira l’attenzione degli italiani a più riprese: la maggiore concentrazione di ricerche è alle 14, tra le 17 e le 18 e dalle 21 alle 22.

Le regioni maggiormente attive, con una crescita rilevante rispetto agli stessi giorni della settimana precedente, si dimostrano essere Trentino Alto Adige (+50%), Toscana (+49%), Veneto (+46%) e Umbria e Friuli-Venezia Giulia (+44%).

Previsioni per  quest’anno

Analizzando le intenzioni di acquisto del periodo, è stata stimata una crescita del 18% rispetto allo scorso anno concentrata maggiormente nella giornata di venerdì 29. I quattro giorni dovrebbero raggiungere complessivamente raggiungono il 20% delle ricerche del mese di novembre 2019.

Queste stime si confermano in linea con i dati delle precedenti edizioni: ad eccezione del 2014 in cui il Cyber Monday aveva riscosso più interesse del Black Friday, il venerdì guadagna terreno anno dopo anno, attirando maggiormente l’attenzione degli utenti interessati all’acquisto.

L’identikit del potenziale consumatore digitale ci rivela però alcune novità: per quest’anno si stima una crescita delle ricerche effettuate da desktop con una crescita che varia dal 2% al 6% durante i 4 giorni, con un incremento degli utenti over55.