Bitcoin: cosa sono, valore, vantaggi e rischi

21 Gennaio 2020, di Alessandra Caparello

Se ne sente spesso parlare essendo tra le più significative applicazioni della tecnologia digitale al settore finanziario. Parliamo delle “criptovalute”, la più nota delle quali è il Bitcoin, Ma cosa significa? Che valore ha e quali sono i vantaggi e i rischi che presenta? Rispondiamo a queste domande.

Cosa sono

Valuta digitale, usata e distribuita solo in maniera elettronica, il Bitcoin è la criptovaluta per eccellenza, che fa il suo ingresso la prima volta nel 2009 per opera dello sviluppatore noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. I Bitcoin vengono scambiati da un portafoglio personale a un altro (anche detto wallet), un piccolo database archiviabile su cloud.

In caso di consenso tra i partecipanti ad una transazione, la criptovaluta può essere scambiata in modalità peer-to-peer (ovvero tra due dispositivi direttamente, senza necessità di intermediari) per acquistare beni e servizi (come fosse moneta a corso legale a tutti gli effetti). Le monete virtuali – e quindi anche il Bitcoin – non hanno corso legale in quasi nessun angolo del pianeta e dunque l’accettazione come mezzo di pagamento è su base volontaria. Si possono usare Bitcoin per acquistare beni e servizi online.

Valore

Il Bitcoin è una moneta virtuale, progettata per essere autonoma sul fronte del valore, senza che le banche centrali lo influenzino. Le criptovalute e i Bitcoin non sono regolate da enti centrali governativi, ma sono generalmente emesse e controllate dall’ente emittente secondo regole proprie. Il valore dei Bitcoin cambia alla velocità della luce.

I Bitcoin possiedono valore e vengono scambiati tra le parti. Sul finire del 2017 e gli inizi del 2018 il Bitcoin ha battuto un record storico arrivando a sfondare oltre quota 17.500 dollari.

Vantaggi

Chi decide di effettuare transazioni tramite Bitcoin ha dal canto suo numerosi vantaggi. Secondo i promotori delle monete virtuali, le criptovalute in generale si sottrarrebbero all’azione degli incentivi, potenzialmente controproducenti, tradizionalmente legati alle banche e ai governi sovrani.
Tra i molti potenziali vantaggi che offrono i Bitcoin troviamo una maggiore velocità ed efficienza nei pagamenti.

Rischi

Ma dire che i Bitcoin sono esenti da rischi non è vero. Secondo le Autorità europee di vigilanza, come sottolinea la Consob, avendo una natura relativamente anonima, le valute digitali sono molto attraenti per i criminali, che potrebbero utilizzarli per riciclaggio di denaro sporco e altre attività illegali.

Dal punto di vista del consumatore, in mancanza di obblighi informativi e di regole di trasparenza, le piattaforme di scambio dei Bitcoin sono esposte a elevati rischi operativi e di sicurezza.