Bernanke: crescita Usa super-lenta e frustrante

8 Giugno 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – La crescita economica negli Usa aumenterà nella seconda metà del 2011 ma per ora rimane “frustrante” per i milioni di disoccupati, e per questo le condizioni di politica monetaria attuale, con i tassi pressoché a zero, dureranno ancora “per un periodo esteso”. Lo ha detto il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, durante una conferenza ad Atlanta.

La crescita economica finora quest’anno è stata “più lenta del previsto”. Tuttavia il banchiere centrale Usa si aspetta che le condizioni del mercato del lavoro migliorino dopo la risalita della disoccupazione a maggio al 9,1 per cento. E alla politica Bernanke ha mandato un messaggio chiaro: serve “un piano credibile e di lungo periodo per un consolidamento fiscale” che riduca il debito pubblico.

Il presidente Usa Barack Obama non e’ preoccupato per la minaccia di una nuova recessione. “Non sono preoccupato – dice Obama al termine del suo incontro alla Casa Bianca con la cancelliera tedesca Angela Merkel – per una doppia recessione”, anche se c’e’ un “enorme lavoro da fare” per rafforzare la ripresa statunitense. .