Berlusconi fuori gioco, sciacalli pronti a prendersi Forza Italia

10 Giugno 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Silvio Berlusconi, il leader indiscusso di Forza Italia, deve affrontare gli inevitabili segni del tempo e dell’età che avanza e già si pensa al suo sostituto. La prossima settimana è fissata l’operazione a cuore aperto che richiederà un mese di convalescenza come ha annunciato in conferenza stampa all’ospedale San Raffaele di Milano, il medico personale dell’ex premier Alberto Zangrillo secondo cui il Cavaliere ha rischiato la vita.

E il tempo del buen retiro per il Cavaliere ottantottenne sembra essere arrivato. La figlia Marina Berlusconi avrebbe strigliato i suoi:

“D’ora in poi papà dovrà dedicarsi solo alla sua salute. E nessuno si azzardi a chiedergli di fare ancora politica, capito?”.

E ora? Questa la domanda che si sono posti i suoi che sono subito corsi ai ripari per trovare il sostituto di Berlusconi. Nelle ultime ore – come riporta un articolo di Repubblica – l’ipotesi clamorosa che circola negli ambienti è di una reunion di Forza Italia e Verdini in crisi con il premier Renzi insieme a Raffaele Fitto e un pezzo di NCD creando un vero nuovo partito dalle ceneri di Forza Italia con un nuovo simbolo e un nuovo nome e ovviamente un nuovo leader.

Il nome in pole position è quello di Stefano Parisi, oggi candidato in corsa alla carica di sindaco di Milano. Obiettivo è “far fuori” le berlusconiane Maria Rosaria Rossi, Francesca Pascale e Deborah Bergamini considerate dalla maggioranza dei colleghi di partito delle vere e propri avversarie. Gli altri che bramano la poltrona da leader sono sicuramente Giovani Tori, Mara Carfagna, Mari Stella Gelmini, senza contare Gasparri e Matteoli e i due capigruppo Renato Brunetta e Paolo Romani.

Una sfida difficile a cui sarebbero chiamati i due garanti di Forza Italia, Gianni Letta e il fido legale Niccolò Ghedini. Sarebbe stato proprio quest’ultimo a telefonare ai militanti e chiedere di riunirsi dopo il ballottaggio e decidere il da frasi.