Berlusconi: finirò di leggere libro su Craxi in galera

13 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – C’è un «accordo Pd-Giudici per assassinarmi». Lo dice Silvio Berlusconi. «Questa magistratura si è data la missione che deriva da un assioma molto semplice. Il popolo ha diritto di avere la democrazia ma solo quando c’è al governo un partito di sinistra», altrimenti «il compito della magistratura è quello di percorrere la via giudiziaria al socialismo contro il capitalismo borghese». Lo ha detto il leader di Fi Silvio Berlusconi, in occasione della presentazione del libro di Nicolò Amato su Bettino Craxi.

E poi: «Ho letto le prime 30 pagine di questo libro, leggerò le altre quando sarò in gale…». Silvio Berlusconi non farà mai come Bettino Craxi e non andrà all’estero: «Non farò mai una cosa del genere per evitare una carcerazione. Sarei colpevole nei confronti di chi mi ha dato il voto». «Sono disposto a continuare la lotta perchè non solo non darei una fine decorosa alla mia avventura umana ma sarei anche colpevole nei confronti di coloro che mi hanno dato il voto», ha detto Berlusconi aggiungendo: «Penso di avere la possibilità di convincere i nostri concittadini che abbiamo ancora molte chance di cambiare la situazione e di fare del nostro Paese un paese civile e democratico».

«Questo paese non ha imparato a votare quindi è ingovernabile e tale sarà ancora soprattutto se viene fatta una legge proporzionale. Ci sono possibilità di un governo di larghe intese e difficilmente potrà essere tra Fi e Pd ma sarà un accordo tra Pd e M5S. Ovvero: giustizialismo che si somma a ingiustizialismo». Così Silvio Berlusconi.

_____________________________________

“Ho letto le prime 30 pagine di questo libro, leggerò le altre quando sarò in gale…”. Lo ha detto il leader di Fi Silvio Berlusconi, in occasione della presentazione del libro di Nicolò Amato su Bettino Craxi.

“Siamo in un quadro drammatico” perché, “l’Italia non è una democrazia”. Lo ha detto Silvio Berlusconi, presentando un libro su Bettino Craxi. “C’è un ordine dello Stato composto da funzionari a cui è stato conferito il potere di togliere la libertà che si è trasformato in contropotere dello Stato”, ha aggiunto.

“Questo paese non ha imparato a votare quindi è ingovernabile e tale sarà ancora soprattutto se viene fatta una legge proporzionale. Ci sono possibilità di un governo di larghe intese e difficilmente potrà essere tra Fi e Pd ma sarà un accordo tra Pd e M5S. Ovvero: giustizialismo che si somma a ingiustizialismo”. Così Silvio Berlusconi.