Bce, la conferenza stampa della Lagarde (VIDEO)

11 Marzo 2021, di Massimiliano Volpe

La Banca centrale europea non ha deluso i pronostici, confermando la sua politica monetaria nella seconda riunione del 2021. Nella riunione di oggi, l’istituto centrale guidato da Christine Lagarde ha lasciato i tassi di interesse invariati con saggio di riferimento allo 0% e saggio sui depositi al -0,5%.

La decisione di oggi conferma quanto rilevato dagli analisti. Per la maggior parte difatti l’istituto di Francoforte non avrebbe apportato nessun cambiamento alla politica monetaria, per il momento.

La BCE ha anche deciso di lasciare il suo Pandemic Emergency Purchase Program, o PEPP, al suo livello attuale, ma prevede di modificare le proprie scelte “in maniera flessibile” e ad un “ritmo significativamente più elevato”. Questo per contrastare eventuali fiammate dell’inflazione che si sono già registrate negli Usa.

 

 

Secondo quanto indicato nel corso della conferenza stampa dalla presidente Christine Lagarde gli economisti della Bce hanno rivisto al rialzo le stime sul trend dell’inflazione per l’Eurozona nel 2021. L’inflazione è attesa in rialzo dell’1,5% quest’anno, rispetto al +1% delle proiezioni rese note a dicembre.

L’aumento, ha spiegato Lagarde, è dovuto a fattori di natura transitoria, come l’aumento dei prezzi energetici.

Nel 2022 l’inflazione rallenterà il passo a +1,2% (revisione al rialzo rispetto al +1,1% atteso a dicembre). Per il 2023 si prevede un’inflazione all’1,4%, come previsto in precedenza.