Bce: fondo salva stati avrà licenza bancaria, sarà potenziato

25 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Uno dei membri del consiglio direttivo della Banca Centrale Europea, Ewald Nowotny, vede piu’ di un argomento a favore dell’assegnazione della licenza bancaria al fondo salva stati ESM.

“Penso che ci siano dei vantaggi”, ha detto il numero della banca centrale austriaca in un’intervista concessa a Bloomberg. “Ci sono anche altri argomenti, chiaramente, che sono stati affrontati in questi giorni”, ha spiegato Nowotny, aggiungendo di “non essere al corrente se in questo momento la Bce sta prendendo in considerazione la cosa”.

Le sue dichiarazioni riaprono il dibattito sull’incremento delle risorse del fondo, proprio in un momento in cui le autorita’ europee stanno facendo i conti con la crisi delle banche e delle regioni autnome di Spagna. Si fa sempre piu’ probabile l’eventualita’ di un piano di salvataggio della quarta maggiore potenza economica dell’area della moneta unica.

La notizia, insieme all’ennesima smentita da parte del governo spagnolo del ricorso di Madrid a un piano di aiuti completo, stanno facendo tirare un sospiro di sollievo ai mercati.

Tuttavia, nonostante le buone notizie circa il Meccanismo Europeo di Stabilita’ (MES nella sigla italiana), Nowotny ha anche sottolineato di non essere favorevole a un nuovo round di acquisti di bond della periferia dell’area euro, anche se i rendimenti della Spagna stanno salendo oltre la soglia di pericolo.

“Non aspettatevi nessuna azione repentina”, ha assicurato.

Un’ora fa il tasso a dieci anni spagnolo ha toccato la punta massima di 7,751% e quello italiano sulla stessa scadenza il 6,706%. Al momento i rendimenti dei Btp decennali scambiano poco sotto il 6,6%.

Dopo i commenti del banchiere, l’euro e’ risalito da quota $1,2060 a $1,2115, ai massimi di seduta. La valuta ha poi perso un po’ slancio e al momento guadagna lo 0,2% in area $1,2081.