Bce alza limite fondi per banche greche. Ma Varoufakis dice: “ci sta asfissiando”

12 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

FRANCOFORTE (WSI) – La Bce ha deciso di aumentare il limite fissato per i fondi di emergenza a cui possono attingere le banche greche di 600 milioni di euro. E’ quanto riporta Marketwatch, citando indiscrezioni riportate da Reuters.

Il nuovo limite sui prestiti a cui gli istituti greci potrebbero accedere attraverso il programma ELA (Emergency Liquidity Assistance) è stato portato così a 69,4 miliardi di euro. Ma il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis lancia nuovi attacchi contro la banca centrale, ripetendo che la “politica della Bce sta asfissiano la Grecia”. Al contempo, in un contesto in cui la tensione tra Berlino e Atene cresce sempre di più, il ministro delle finanze Wolfgang Schaeuble nega le accuse secondo cui avrebbe insultato Varoufakis, definendole “senza senso”.

Le polemiche sono esplose dopo che Schaeuble ha definito Varoufakis “ingenuo in modo sciocco”, parlando alla stampa. Il commento sarebbe arrivato alla fine della riunione dell’Eurogruppo lunedì scorso. Immediata la reazione di Constantinos Koutras, portavoce del ministero degli esteri, che ha descritto le parole del ministro tedesco “un insulto” e che ha confermato di aver inviato “un esposto ufficiale al ministero degli Esteri tedesco attraverso l’ambasciata greca a Berlino, nella notte di martedì”.

“E’ un esposto dopo che quello che (Schaeuble) ha detto su Varoufakis. Come ministro di un paese che è nostro amico e alleato, lui non può insultare personalmente un collega”.
(Lna)