Bankia -52%. Per salvarla in fumo investimenti 350.000 spagnoli

25 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Crollo per le quotazioni della banca spagnola Bankia, con il titolo che scivola fino a -52% avvicinandosi a quota 0,01 euro.

La nuova valutazione è stata imposta dall’Unione europea, in un momento in cui il gruppo si prepara a ricevere una iniezione di capitale di 10,7 miliardi di euro dai fondi di salvataggio europei.

La valutazione minima imposta cancellerà gli investimenti di 350.000 spagnoli che hanno acquistato i titoli di Bankia nel 2011, quando la banca nacque dalla fusione di sette casse di risparmio.

A seguito della iniezione di capitale, Bankia darà il via a uno split share split – di fatto un’aggregazione azionaria che genera azioni di maggiore valore – convertendo 100 titoli in uno. I nuovi titoli avranno un valore pari a 1 euro.

I titoli azionari di Bankia hanno terminato le contrattazioni di venerdì scorso a 25 centesimi di euro per azione. Quando la banca sbarcò in Borsa, il suo valore era pari a 3,75 euro per azione.

I titolari di obbligazioni del gruppo subiranno invece perdite del 36-38%.

L’agenzia S&P ha inoltre tagliato il rating a BB-.