Bank of America pagherà $12 miliardi per chiudere contenzioso. Più degli utili 2013

6 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Le operazioni illecite delle banche americane, che hanno scatenato la crisi subprime in Usa, con conseguenze in tutto il globo, fanno ancora parlare di sé. Stando a quanto riporta il Ft, Bank of America è infatti in trattative per pagare almeno $12 miliardi in contanti, al fine di chiudere il contenzioso aperto dal dipartimento di Giustizia Usa, che ha accusato il colosso bancario di aver venduto titoli garantiti da mutui in modo poco trasparente.

Della cifra, almeno $5 miliardi saranno utilizzati per aiutare i proprietari di case, riducendo i loro oneri e i pagamenti mensili.

La somma va ad aggiungersi ai $9,5 miliardi che Bank of America ha pagato a marzo per risolvere una causa simile avviata con le indagini della Federal Housing Finance Agency (FHFA), l’autorità di regolamentazione del settore immobiliare Usa.

Ma il totale pagato da Bank of America per le sue malefatte è ancora più alto. Stando a un’analisi dell’Ft, la banca – che durante la crisi finanziaria ha acquistato Countrywide Financial e Merrill Lynch – ha pagato più di $25 miliardi in multe e in risoluzioni di cause legali, a partire dal 2009.

Se poi si considera la causa chiusa con la FHFA, le multe totali sono superiori a quella per $13 miliardi che è stata pagata lo scorso autunno da JP Morgan, e che aveva fatto parlare di sé per essere stata la risoluzione della causa maggiore intentata contro una banca.

Sia BofA che JPMorgan sono state accusate di aver venduto prestiti immobiliari a consumatori non qualificati, e anche di aver proceduto a operazioni rischiose di cartolarizzazioni, impacchettando i prestiti in strumenti finanziari, ben consapevoli del loro grado di rischio, vendendoli poi a investitori di tutto il mondo, prima dell’esplosione della crisi finanziaria.

I $12 miliardi che Bank of America deve pagare sono superiori agli utili incassati nel 2013, pari a $11,43 miliardi.