Banco Popular nelle mani di Santander per 1 euro, salvati i correntisti

7 Giugno 2017, di Mariangela Tessa

Bali-in evitato ma non le perdite per obbligazionisti e azionisti di Banco Popular, che finisce nelle mani del gruppo Banco Santander  per 1 euro. Vengono così confermati i rumor delle ultime ore, che davano come imminente il passaggio dell’istituto iberico al suo concorrente. I mercati finanziari non hanno vissuto male la vicenda, perché il meccanismo di risoluzione bancaria ha funzionato come dovrebbe e con un intervento lampo è stata scongiurata una crisi sistemica.

Gli obbligazionisti dei bond junior più rischiosi e gli azionisti pagano per la crisi, ma non i contribuenti e i correntisti, come sarebbe accaduto nel caso di bail-in. Diversi bond hanno subito svalutazioni pesanti o sono stati convertiti in azioni che passeranno sotto il controllo di Santander. Significa che diversi obbligazionisti che hanno corso il rischio di comprare il debito di Banco Popular, che offriva ritorni da investimento attraenti, subiranno perdite ingenti.

La conferma dell’operazione è arrivata proprio in una nota del Single Resolution Board (il meccanismo di risoluzione unica) secondo cui a giudizio della Bce il Popular era “incapace a pagare i suoi debiti” e altre “obbligazioni” e quindi “sul punto di fallire”. La decisione del Single Resolution Board e dell’autorità di risoluzione spagnola (che nel paese è affidata al fondo per la ristrutturazione statale Frob) è stata presa “per proteggere i depositi del Banco Popular e assicurare la stabilità finanziaria” in Spagna e in Portogallo oltre ad “evitare il ricorso ai fondi pubblici”.

Visto “il significativo deterioramento della situazione di liquidità negli ultimi giorni”, la Bce aveva segnalato come il Banco Popular “avrebbe potuto essere incapace a pagare i debiti o altre obbligazioni nell’immediato futuro” dichiarando la banca “in fallimento o in possibile fallimento” e aveva informato così in tal senso l’Srb. “Lo schema di risoluzione entra in vigore a partire da oggi con il via libera della Commissione Ue”. Il prezzo di acquisto per tutte le azioni e gli strumenti di capitale del banco a carico del Santander, che saranno trasferiti oggi stesso, è fissato a 1 euro.

Nelle ultime 5 sedute il titolo di Banco Popular ha ceduto il 51% del valore in Borsa. Il gruppo Banco Popular, oberato da un rosso di 3,5 miliardi di euro nel 2016, malgrado un aumento di capitale di 2,5 miliardi, deve fare fronte a nuove perdite in arrivo per le rettifiche sui 35 miliardi di crediti deteriorati che intaccheranno ulteriormente l’indice di capitale, ora al 7,1% contro l’11% delle rivali.