Banchieri “famiglia e chiesa”, Goldman Sachs prova a rifarsi immagine

8 Gennaio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Per ripulirsi dell’immagine da “piovra vampiro” di Wall Street, Goldman Sachs gioca la carta della famiglia. Nelle ultime due settimane, i dirigenti di Goldman sembra non abbiano risparmiato dichiarazioni sull’importanza della famiglia. Dalle pagine del sito della banca dedicate alla carriera, i top manager della banca d’affari americana hanno continuato a sottolineare l’importanza di trascorrere del tempo prezioso con i propri figli.

“Trascorrere tempo di qualità con i miei cinque bambini è il modo migliore per rilassarmi dopo una giornata di lavoro stressante “, ha detto John Waldron, uno dei dirigenti della sede di New York. In un ritratto che ricorda l’immagine della “famiglia perfetta”, Waldron afferma di leggere tutte le sere ai suoi bambini le fiabe della buonanotte.  Come riesca a farlo, resta un mistero. Considerato che la banca d’investimento e’ nota per le ore di lavoro giornaliere particolarmente estenuanti.

Stessa musica per David Solomon, altro top manager di Goldman: “Stare con le mie figlie è sempre stato il mio modo preferito per rilassarmi”, dice Solomon, affermando che, tutte le sere, come un buon padre di famiglia cena a casa con la prole. E quando erano piccole era lui che le accompagnava a scuola. Solomon, a quanto pare, avrebbe tempo anche per dedicarsi allo yoga.

Su otto dirigenti intervistati sul blog dedicato alle carriere, tutti hanno citato la famiglia come “ricompensa” di una lunga giornata di lavoro. Nella divisione di  Tokyo, c’e’ chi cita la chiesa come parte fondamentale della sua vita.

“Vado in chiesa tutte le domeniche … Sto ancora crescendo nel mio cammino spirituale. Ogni settimana scopro qualcosa di nuovo ed è quello che mi fa andare avanti”, dice Kathy Matsui, che lavora nel campo della ricerca in Giappone.

 

Fonte: Cnn