Banche: ricavi in corsa, ma serve nuovo strategia per vincere contro giganti hi-tech

29 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Il sistema bancario si è ripreso dalla crisi finanziaria, ma in un futuro non tanto lontano rischia di dover fare i conti con una distruzione di valore causata dalla digitalizzazione. Meglio quindi prendere precauzioni prima che sia troppo tardi.

A fare il punto della situazione è una ricerca della società di consulenza Boston Consulting (BCG), da cui emerge che entro il 2022 i ricavi bancari globali raggiungeranno circa 5,4 trilioni di dollari,  il 75% in più rispetto al loro livello nel 2011. Ciò include un aumento delle entrate di circa 1 trilione di dollari tra oggi e il 2022.

Mentre i rendimenti del capitale sono ancora al di sotto dei livelli pre-crisi –  segnala lo studio –  la redditività continua ad aumentare con le prospettive a breve termine che rimangono positive. Infine, nonostante l‘aumento della concorrenza da parte di nuovi operatori bancari, società fintech e persino società tecnologiche, le quote di mercato per la maggior parte degli istituti finanziari sono rimaste sorprendentemente costanti.

In un contesto che appare orientato al bello, il report punta i riflettori sui rischi della digitalizzazione dei servizi finanziaria. Se ad oggi l’impatto di nuovi soggetti hi-tech sul settore è stato limitato,  il futuro appare più a rischio con le grandi aziende tecnologiche nella posizione migliore per colpire le banche di tutte le dimensioni.

“Se i giganti digitali stanno per invadere il territorio delle banche, le banche devono iniziare a comportarsi più come giganti digitali”, si legge nel report. “Se non lo fanno, rischiano di essere inscatolati in una serie di attività rischiose, ad alta intensità di capitale e a basso rendimento, mentre i giganti digitali insidiano le loro attività.”

Come affermato nel rapporto BCG, le organizzazioni bancarie devono guardare alla trasformazione digitale in modo olistico piuttosto che in modo frammentato. Ancora più importante, la direzione per questa trasformazione deve venire dalla leadership senior dell’organizzazione ed essere supportata da una cultura che incoraggia l’innovazione, l’esperienza digitale dei clienti e il posizionamento aggressivo sul mercato. Solo diventando un’organizzazione digitale, un istituto finanziario sarà in grado di avere successo.