Banche italiane: sofferenze in crescita, record 120 miliardi

18 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Sofferenze record per le banche italiane. Alla fine di ottobre le sofferenze lorde hanno raggiunto quasi la soglia di 120 miliardi di euro segnando un incremento annuo di circa il 16,6%. Si tratta del livello più alto mai raggiunto dalla fine degli anni ’90. È quanto emerge dall’ultimo bollettino mensile dell’Abi. In rapporto agli impieghi le sofferenze risultano pari al 6,1% ad ottobre (erano al 5,2% un anno prima).

Continuano a calare i prestiti bancari. Alla fine di novembre il totale dei prestiti ai residenti in Italia è calato dell’1,7% a quota 1.928,8 miliardi di euro (era calato dell’1% il mese precedente).

Negativa è risultata anche la variazione annua dei prestiti ai residenti in Italia al settore privato (-1,5% a novembre dal -1,9% del mese precedente), ma sembra esservi un rallentamento nella riduzione di questa tipologia di prestiti. I prestiti alle famiglie e alle società non finanziarie sono calati dell’1,9% (dal -2,7 di ottobre) attestandosi a quota 1.484,5 miliardi di euro.

(TMNEWS)