Banca Mediolanum, raccolta in crescita anche a luglio

7 Agosto 2018, di Alessandro Piu

Banca Mediolanum conferma il trend di crescita della raccolta netta. Nel mese di luglio si è attestata a 290 milioni di euro

Nel mese di luglio la raccolta netta di Banca Mediolanum conferma il trend di crescita anche se non riesce a replicare l’exploit di giugno. Nel primo mese del secondo semestre la rete dell’istituto guidato da Massimo Doris (nella foto) ha registrato una raccolta netta di 290 milioni di euro (237 in Italia e 53 all’estero). Il dato, inferiore rispetto a quello di giugno (472 milioni di euro), è superiore a quello di maggio (252 milioni). Nel complesso, nei primi sette mesi dell’anno, Banca Mediolanum ha raccolto 2,405 miliardi di euro (erano 2,911 nei primi sette mesi del 2017).

Per quanto riguarda la raccolta netta del risparmio gestito, il dato di luglio segna un incremento di 319 milioni di euro portando il totale dei primi sette mesi del 2018 a 1,983 miliardi di euro.

“Anche il mese di luglio conferma il trend positivo di questi mesi, con 290 milioni di euro di raccolta totale in particolare 349 milioni in fondi e gestioni” commenta Doris che prosegue: “È un dato che esprime una grandissima qualità dei flussi  soprattutto in un contesto di mercato che vede, a livello non solo nazionale ma anche europeo, un significativo calo generalizzato della nuova produzione di gestito rispetto al 2017. Banca Mediolanum, invece, è riuscita ancora una volta a distinguersi all’interno del panorama delle banche e reti nella raccolta in fondi e gestioni .Considerate le mutate condizioni sui mercati finanziari rispetto allo scorso anno, non posso che essere molto soddisfatto della raccolta relativa alla prima parte di questo 2018”.

Nel mese di luglio la raccolta netta di Banca Mediolanum conferma il trend di crescita anche se non riesce a replicare l’exploit di giugno. Nel primo mese del secondo semestre la rete dell’istituto guidato da Massimo Doris (nella foto) ha registrato una raccolta netta di 290 milioni di euro (237 in Italia e 53 all’estero). Il dato, inferiore rispetto a quello di giugno (472 milioni di euro), è superiore a quello di maggio (252 milioni). Nel complesso, nei primi sette mesi dell’anno, Banca Mediolanum ha raccolto 2,405 miliardi di euro (erano 2,911 nei primi sette mesi del 2017).

Per quanto riguarda la raccolta netta del risparmio gestito, il dato di luglio segna un incremento di 319 milioni di euro portando il totale dei primi sette mesi del 2018 a 1,983 miliardi di euro.

Anche il mese di luglio conferma il trend positivo di questi mesi, con 290 milioni di euro di raccolta totale in particolare 349 milioni in fondi e gestioni”

commenta Doris che prosegue:

“È un dato che esprime una grandissima qualità dei flussi  soprattutto in un contesto di mercato che vede, a livello non solo nazionale ma anche europeo, un significativo calo generalizzato della nuova produzione di gestito rispetto al 2017. Banca Mediolanum, invece, è riuscita ancora una volta a distinguersi all’interno del panorama delle banche e reti nella raccolta in fondi e gestioni. Considerate le mutate condizioni sui mercati finanziari rispetto allo scorso anno, non posso che essere molto soddisfatto della raccolta relativa alla prima parte di questo 2018”.