Banca italiana: 4 miliardi di buco, rating sospeso

5 Aprile 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Meglio stare alla larga dal Monte dei Paschi di Siena. Il consiglio arriva da Altroconsumo che ha comunicato di aver sospeso il rating sull’affidabilità della banca quotata in Borsa. Il giudizio attualmente è di 4 stelle su una scala di 5.

“Un giudizio di quasi eccellenza come 4 stelle è eccessivo visto il contesto in evoluzione e in peggioramento” si legge in una nota dell’associazione, in cui si specifica chesul groppone del gruppo toscano ci siano ancora un bel po’ di crediti problematici, cioè difficili da recuperare, si sa. Non è ancora chiaro quale sia il loro valore. Mps ha finora svalutato le sofferenze (i crediti più problematici tra quelli con difficoltà di recupero) “solo” del 63,4%. Ovvero posto 100 il credito originario, ha valutato la possibilità di recuperare 36,6″.

Secondo Altroconsumo, la situazione non pare aver subito nessun miglioramento dopo che:

“in questi giorni il fondo d’investimento americano Apollo avrebbe presentato un’offerta per i crediti problematici di Carige – banca malmessa più o meno come Monte Paschi e sulla quale Altroconsumo ha sospeso il giudizio d’affidabilità giusto un mese fa. Il problema è che il fondo Apollo avrebbe valutato i crediti problematici di Carige meno del 20% del loro valore originario. Se Mps fosse costretta a accettare prezzi simili, ovvero valutare 20 invece che 36,6 i crediti problematici, dovrebbe registrare perdite superiori ai 4 miliardi, cioè vicine alla metà del suo patrimonio attuale. Questo rischia di avere conseguenze sugli indicatori di solidità della banca”.

Va ricordato che Altroconsumo da tempo consiglia di vendere le azioni e le obbligazioni del Monte Paschi. Per il conto corrente, nei limiti dei 100.000 euro tutelati dal fondo interbancario di tutela dei depositi, non si corrono rischi, ma dal punto di vista delle condizioni economiche – secondo Altroconsumo – si può trovare di meglio altrove.