Banca Intermobiliare: Cofito, ricorso contro multa Consob

18 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – CO.FI.TO., società controllante di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. comunica che CONSOB ha applicato nei suoi confronti la sanzione amministrativa pecuniaria di ? 1,8 mln per pretesa attività di insider trading, asseritamente posta in essere nel suo interesse dal legale rappresentante Sig. Mario SCANFERLIN. Il preteso abuso di informazioni privilegiate sarebbe stato realizzato mediante acquisti di azioni Mediobanca nel mese di giugno 2005. Alla Società è stata inoltre applicata la conseguente sanzione ai sensi di legge della confisca di strumenti finanziari per un controvalore di ? 20,7 mln, pari alla somma del valore dei mezzi utilizzati per porre in essere la predetta operatività e del relativo profitto conseguito di ? 1,4 mln. Ad avviso di CO.FI.TO. il provvedimento adottato non ha tenuto in debita considerazione la esaustiva documentazione prodotta nel corso dell’istruttoria del procedimento, comprovante l’insussistenza dell’illecito contestatole. Va tra l’altro sottolineato che l’operatività in questione fu, all’epoca dei fatti, comunicata alla stessa CONSOB, in maniera tempestiva e trasparente. CONSOB ha applicato infine nei confronti del sig. Mario SCANFERLIN – a cui il Consiglio di Amministrazione di CO.FI.TO. ha espresso piena solidarietà – la sanzione amministrativa accessoria della inibizione a ricoprire incarichi di amministrazione in società quotate per la durata di sei mesi. E’ stato conseguentemente proposto ricorso in opposizione avanti la Corte d’Appello di Torino per l’immediata sospensione e l’annullamento dei predetti provvedimenti, nella convinzione di poter dimostrare l’assoluta correttezza del comportamento tenuto.