Azionario europeo farà meglio di quello Usa nel 2015

di Redazione Wall Street Italia
1 Dicembre 2014 12:15

NEW YORK (WSI) – Il mercato azionario europeo dovrebbe riuscire a fare meglio di quello Usa nei prossimi mesi. Ne sono convinti gli analisti di Strategic Technicals.

Dal 2000 alla fine del 2008 la forza relativa dell’indice Euro Stoxx 50 rispetto all’S&P 500 americano ha mostrato un comportamente abbastanza regolare.

Come sottolinea lo strategist Bruno Estier guardando alle chiusure mensile di tale forza relativa, si nota una tendenza ribassista con la forza che passa dai 3,70 nel 2000 a 2,40 nel marzo del 2003, mentre l’Euro Stoxx 50 passa dai 5.250 ai 2.000 punti. In un contesto ribassista, il mercato europeo fa peggio della controparte americana.

Il periodo compreso dal 2003 al 2007 rappresenta un mercato rialzista per l’Euro Stoxx 50, in concomitanza con un progresso della forza relativa rispetto all’S&P 500. Da fine 2004 a fine 2005, l’Euro Stoxx 50 ha chiaramente fatto peggio della controparte americana, prima di stabilizzarsi all’orizzonalte dal 2006 al 2008. Al contrario, dal 2010 al 2012, lo stesso rapporto della forza relativa è ripartito verso una tendenza ribassista pronunciata.

Tale tendenza è cambiata da metà 2012, e dal 2013 al 2014 l’intensità dei ribassi ha subito un rallentamento. Il grafico della forza relativa registra un livello più basso in ottobre 2014 (1,54) rispetto al valore precedente nel 2013 (1,62), ma la misura della velocidtà sull’indice Stocastico non arriva a toccare un livello più basso nel 2014 rispetto al 2013. Tale situazione detta di ‘divergenza rialzista’ segnala un potenziale rimbalzo significativo della forza relativa nel mese a venire del 2015.

Per confermare tale potenziale, bisognerebbe che la forza relativa superi la media mobile di 20 mesi, che si appiattisca per poi risalire. Il 2015 potrebbe assomigliare da vicino al 2005. Nei due periodi le bande di Bollinger intorno alla forza relativa si sono appiattite e il gap tra loro si è fortemente ridotto.

La forza relativa attuale dell’Eurostoxx 50 (1,56) rispetto all’S&P 500 si trova sempre sotto la banda superiore (1,73) ma la differenza delle bande è molto stretta e potrebbe permettere un rafforzamento della forza relativa sopra 1,73. Lo scarto tra le bande potrebbe ricalcare l’andamento visto nel 2004 ed essere propedeutico a una crescita duratura della forza relativa nel 2015.

Tale scenario avrà delle conseguenze rialziste sull’evoluzione dell’indice di riferimento europeo sulla part superiore del grafico che si può consultare fianco. Nel 2005, nel momento in cui la forza relativa ha iniziato la sua fase rialzista, l’Euro Stoxx 50 si è anch’esso portato al di la della propria banda di Bollinger superioroe. È restato vicino a tale livello per 12 mesi di fila.

Al momento la banda superiore dell’Eurostoxx è quasi orizzontale a 3.430 puntiu. Oltrepassando tale livello, il benchmark potrebbe vedere un rialzo simile al balzo visto nel 2005, il che potrebbe portare l’indice ad avvicinarsi ai suoi record del 2007 verso 4.500 punti.

Da un punto di vista prettamente tecnico, non è impensabile che un tale fenomeno si ripeta con intervalli regolari di 10 anni.

Fonte: Le Temps

(DaC)