Auto: entro tre anni quasi tutti gli automobilisti utilizzeranno un assistente vocale

15 Novembre 2019, di Alessandra Caparello

Il 95% degli automobilisti utilizzerà un assistente vocale entro i prossimi tre anni, ma i produttori devono migliorare l’esperienza offerta al fine di soddisfare le aspettative degli utenti.
Così rende noto un nuovo report del  Capgemini Research Institute dal titolo “Voice on the go: How can auto manufacturers provide a superior in-car voice experience”, che analizza l’adozione da parte dei consumatori di assistenti vocali in auto e le loro aspettative.

Assistenti vocali in auto per riprodurre musica e non solo

Il report mette in luce come gli assistenti vocali in auto siano utilizzati su larga scala, un trend in continuo aumento visto che il 49% dei consumatori intervistati dichiara di utilizzarli all’interno dei veicoli e si prevede che in futuro questa percentuale salirà al 73%.

A cosa servono gli assistenti vocali? Il 77% dei consumatori utilizza i comandi vocali per riprodurre musica e controllare le indicazioni stradali (si prevede che in futuro tale quota salirà all’85%), il 46% prenota gli appuntamenti per la manutenzione al proprio veicolo (in futuro il 74%) e il 45% lo utilizza per servizi specifici, come ordinare cibo a domicilio (in futuro il 72%)

Nei prossimi tre anni il 95% dei consumatori prevede di utilizzare un’interfaccia vocale, compreso l’assistente vocale in auto per reperire informazioni, e il 54% afferma che in futuro utilizzerà “sempre” questa tecnologia.

“Gli assistenti vocali stanno diventando una parte essenziale del modo in cui le persone utilizzano l’auto e organizzano la propria vita mentre sono in movimento”, ha dichiarato Eraldo Federici, Manufacturing, Consumer Product, Retail & Distribution Director, Capgemini Business Unit Italy.
“Questo report dimostra come l’industria automobilistica dovrebbe utilizzare gli assistenti vocali come asset strategico sia per incrementare l’engagement dei clienti sia per aumentare i ricavi nel tempo attraverso servizi collegati”.

Il settore automobilistico sopravvaluta gli assistenti vocali

Il report di Capgemini mette in luce inoltre che il 72% dei dirigenti del settore automobilistico ritiene che gli assistenti vocali siano un elemento chiave della strategia di business e di customer engagement dell’azienda. Secondo il report le aziende automobilistiche in grado di migliorare i loro assistenti vocali potranno  beneficiare sia di un maggiore coinvolgimento dei clienti sia di maggiori opportunità di incremento dei ricavi.

Tuttavia, il report evidenzia che attualmente le opinioni di dirigenti e i clienti non sono allineate per quanto riguarda le funzionalità degli assistenti vocali:il 39;81% dei primi ha infatti affermato che gli assistenti vocali “comprendono le esigenze e le preferenze dei consumatori quando formulano suggerimenti”, ma solo il 59% degli interessati condivide questa opinione.

Il 73% dei clienti che hanno riportato un’esperienza positiva con gli assistenti vocali ha affermato che ne parlerà con amici e parenti, il 65% di preferire questo tipo di tecnologia rispetto ai sistemi tradizionali di customer service e il 58% di essere disposto a sottoscrivere un abbonamento ad altri servizi offerti dalla stessa casa automobilistica.