Report, auto elettriche domineranno le vendite entro il 2040

10 Giugno 2019, di Alberto Battaglia

Le auto elettriche conquisteranno la maggioranza delle vendite entro poco più di vent’anni, secondo le previsioni contenute nel rapporto BloombergNEF’s Electric Vehicle Outlook 2019. Nel 2040, infatti il 57% delle auto passeggeri vendute saranno elettriche e il 56% dei mezzi commerciali, mentre per quanto riguarda le vendite di autobus la quota arriverebbe all’81%. Minor impatto, invece, è previsto nel settore degli autotreni: solo un quarto di essi sarà venduto con motore elettrico, anche se differenti opzioni “verdi” potrebbero prendere piede, come gas naturale o addirittura idrogeno.

“Le nostre conclusioni sono fosche per quanto riguarda l’utilizzo di combustibili fossili nel trasporto su strada”, ha commentato Colin McKerracher, responsabile trasporto avanzato per BNEF, “l’elettrificazione richiederà ancora tempo perché la flotta globale cambia lentamente, ma, una volta entrata nel vivo nel 2020, inizierà a diffondersi in molte altre aree del trasporto stradale”. Per le vetture a motore endotermico ciò potrebbe già implicare l’inizio della discesa nelle vendite, a partire dall’anno prossimo: “Crediamo che ci siano reali possibilità che le vendite globali di autovetture convenzionali abbiano già superato il loro picco”.

La sommatoria di incentivi pubblici alla transizione, unite al costante calo nel costo delle batterie potrebbero rendere le auto elettriche meno care rispetto alle controparti tradizionali a partire dalla seconda metà del prossimo decennio – e questo in termini di prezzo d’acquisto. Basti notare che dal 2010 il costo delle batterie al litio, in termini di kilowattora, è sceso dell’85%.

Infine, la transizione all’elettrico modificherà profondamente la richiesta di energia. La domanda di carburante diminuirà di 13,7 milioni di barili al giorno entro il 2040; sul versante opposto, la richiesta di elettricità è prevista in aumento del 6,8% per lo stesso anno.