Auto elettriche: Lucid Motors fa il botto in Borsa, ora vale più di Ford

17 Novembre 2021, di Mariangela Tessa

Una nuova stella si afferma nel firmamento delle auto elettriche. È Lucid motors, start-up americana di auto elettriche di lusso, che ha dato inizio alla produzione del suo primo veicolo lo scorso settembre ed è quotata al Nasdaq da luglio.

Ieri, alla chiusura di Wall Street, il titolo del gruppo ha segnato un balzo del 23,7% a 55,52 dollari per azione, che ha portato la capitalizzazione a 86 miliardi di dollari, più di Ford (79 miliardi) e non lontana da quella di General Motors (91 miliardi).

Lucid Motors: riviste al rialzo le prenotazioni

Gli acquisti sono scattati dopo che la società, in occasione della diffusione della prima trimestrale da società quotata, ha comunicato di aver ricevuto 17.000 prenotazioni per la sua prima auto, in rialzo dalle 13.000 precedentemente annunciate.

Le prenotazioni fino a settembre rappresentano un portafoglio ordini di $ 1,3 miliardi. Lucid ha anche confermato il suo obiettivo di produzione di 20.000 veicoli per il prossimo anno, ma ha affermato che rimangono ostacoli per raggiungere tali piani.

“Rimaniamo fiduciosi sulla nostra capacità di raggiungere 20.000 unità nel 2022”, ha dichiarato il CEO di Lucid Peter Rawlinson, in un comunicato stampa. “Questo obiettivo non è privo di rischi date le sfide in corso che l’industria automobilistica deve affrontare, con interruzioni globali delle catene di approvvigionamento e della logistica”.

Lucid Motors: i due modelli

La sua prima auto è la Air, con la versione ‘entry level’ che avrà un costo di partenza di 77.400 dollari; la Dream Edition, un’edizione speciale prodotta solo in 520 esemplari, avrà un prezzo di vendita di circa 169.000 dollari.

Nel trimestre al 30 settembre, Lucid ha comunicato di aver registrato una perdita netta di 524 milioni di dollari e ricavi di 232 milioni di dollari.

Lucid Motors è stata fondata nel 2007 a Newark (California) da Bernard Tse e Sam Weng; oggi è guidata dal Ceo Peter Rawlinson, ex ingegnere di Tesla. Lucid è il primo brand automobilistico ad essere controllato dal fondo sovrano saudita Pif (Public Investment Fund), che nel 2019 ha investito oltre un miliardo a patto che la casa californiana produca auto anche nel Regno, impegnato a essere meno dipendente dal petrolio.