Auto elettriche costano di più, ma in dieci anni si risparmia fino a 12 mila euro

20 Settembre 2019, di Mariangela Tessa

I prezzi delle auto elettriche, non è una novità, sono nettamente più alti di quelle ad alimentazione ‘convenzionale’. Tuttavia, secondo un’analisi dell‘Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, anticipata dall’ANSA,  per pareggiare il costo di un’auto a benzina è sufficiente solo un anno.

Ancora più significativi i risparmi in un’ottica di lungo periodo: in 10 anni grazie a minori costi di carburante, di manutenzione e di gestione il risparmio può arrivare a 12mila euro.

La ricerca,  che sarà presentata nella sua integrità a That’s Mobility, l’evento organizzato da Reed Exhibitions Italia a Milano il 25 e 26 settembre, analizza il TCO (Total Cost of Ownership), il parametro che considera una serie di voci: il costo di acquisto, quelli di manutenzione (carburante, tagliando) e quelli fiscali (bollo, assicurazione).

L’indagine dimostra come, nonostante il prezzo di acquisto del mezzo elettrico sia mediamente più elevato del modello paragonabile a benzina o gasolio, i benefici derivanti da una scelta di mobilità sostenibile, risultino superiori.

I ricercatori, hanno  preso in considerazione un chilometraggio annuo di 11.000 km di un automobilista residente nella provincia autonoma di Trento. Provincia che offre un incentivo all’acquisto per autovetture elettriche di 6.000 euro, cumulabile con l”ecobonus’ e non legato a rottamazione. Ciò in aggiunta ai vantaggi dell’uso del veicolo elettrico, ossia parcheggi e accesso gratuito alle ztl gratuiti.

“In questo contesto – conclude lo studio – l’auto elettrica impiega poco meno di un anno per ‘pareggiare’ il costo di un’auto a benzina, con un risparmio di circa 12.000 euro in 10 anni”.