Aspettando i conti Chrysler, Fiat su

9 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

Grande trepidazione nella giornata di oggi per i conti del secondo trimestre di Chrysler e per quanto proferirà, nel commentare i risultati di bilancio, l’amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne, in viaggio a Detroit.

Il manager italiano ha affermato che i risultati dovrebbero essere buoni e mettere in evidenza un utile operativo in crescita, rispetto ai primi tre mesi dell’anno. Alle parole di Marchionne sembra credere il titolo del Lingotto, che alla borsa di Milano, mette a segno un guadagno di circa un punto e mezzo percentuale, beneficiando anche del miglioramento del target price a 17 da 15 euro da parte degli analisti di Goldman Sachs, che si sono espressi positivamente sull’intero settore automobilistico europeo.

Di Chrysler e del suo futuro si è parlato lo scorso 30 luglio, in occasione dell’incontro tra Marchionne e il presidente americano americano Barack Obama allo stabilimento Jefferson North. Il numero uno del Lingotto si è mostrato ottimista sul colosso automobilistico americano e ha precisato anche che la controllata di Fiat sbarcherà in borsa nel 2011. “Sto aspettando che Gm sbarchi in Borsa per prima, sono più grandi”, ha detto.