Apple pensa a lanciare iPhone low cost per rilanciare vendite

20 Aprile 2018, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Le  vendite di iPhone sono peggiori del previsto. Così gli analisti di Bank of America Merrill Lynch e J.P. Morgan avvertono i loro clienti che le vendite del melafonino di Apple potrebbero essere inferiori alle aspettative.

Notizia recente il crollo di Taiwan Semiconductor Manufacturing che ha lanciato un warning sui ricavi  per cui nel secondo trimestre registrerà i 7,8 miliardi di dollari contro la stima di Wall Street pari a 8,8 miliardi. Motivo del crollo la “domanda debole” nel settore della telefonia mobile.

Da qui gli analisti temono che le vendite di iPhone per Apple siano ancora peggiori di quanto pensassero. L’analista Wamsi Mohan di Bank of America Merrill Lynch in una nota ai clienti ha affermato:

“A nostro avviso, gli investitori si aspettano già un anno più debole, ma l’entità potrebbe essere sorprendente per alcuni”.

Allo stesso modo, J.P. Morgan ha detto che le previsioni di Taiwan Semiconductor sono cattive notizie per Apple. Forse come risposta a questo momento di grande crisi il colosso fondato da Steve Jobs e oggi guidato da Tim Cook punta a risollevare le vendite in calo lanciando sul mercato un iPhone low cost.

“Le varianti in tutto dovrebbero essere tre, due con display OLED rispettivamente da 5,8 e 6,5 pollici, ed un terzo dotato di un classico display LCD da 6,1 pollici. Secondo lanalista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo il prezzo di questi dispositivi si aggirerebbe sui 550 dollari. Rumor affermano inoltre che l’azienda di Cupertino possa produrne anche una variante Dual-SIM, commercializzata a circa 100 dollari in più. Per poter contenere i costi, Apple potrebbe eliminare da questo modello il 3D Touch e la dual-camera, dotandolo di una fotocamera singola nella parte posteriore”.

Secondo Ming-Chi Kuo il prezzo di listino più basso può essere la chiave del successo, arrivando a ipotizzare 100 milioni di unità vendute entro il 2018.