Apple: in Italia offerta tra le meno convenienti d’Europa

26 Aprile 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Per trovare i prezzi piu’ convenienti al mondo i fan dei prodotti Apple dovrebbero andare in Malaysia. Ma basta oltrepassare le Alpi, percorrendo una tratta decisamente piu’ ridotta ed economica, per trovare gia’ listini del 10% piu’ bassi. In Europa il differenziale arriva in alcuni casi anche a 200 euro (tra Svizzera e Repubblica Ceca, il paese con i prezzi piu’ alti).

Se gli Apple Store, i punti vendita ufficiali del colosso hi-tech di Cupertino, della Svizzera risultano molto accessibili al cittadino elvetico medio, essendo tra i piu’ convenienti d’Europa, in Italia, Regno Unito, Danimarca e Portogallo vale esattamente il contrario. Londra, Copenhagen, Lisbona e Roma sono infatti tra i quattro paesi dell’Europa a dodici Stati con la peggiore offerta se si prende in considerazione il rapporto tra economia e prezzo dei prodotti Apple. In tutto il continente i cittadini piu’ svantaggiati sono quelli di Repubblica Ceca, Ungheria, Portogallo e Polonia.

In Brasile, Repubblica Ceca e Thailandia si trovano invece i tre Apple Store piu’ cari del mondo a prescindere dal potere di acquisto e dall’economia del paese. I tre negozi nazionali con i prezzi piu’ elevati presentano pero’ anche economie relativamente deboli e quindi si classificano tra le offerte piu’ svantaggiose in assoluto.

Al quarto posto delle nazioni con le offerte piu’ ‘svantaggiose’ al mondo figura il Regno Unito. L’Apple Store italiano offre in media prodotti meno cari rispetto a quelli del Regno Unito, ma il nostro paese si classifica comunque al 25esimo posto nella classifica degli store piu’ convenienti, dietro a Germania, Francia, Paesi Bassi, Austria e la piu’ volte citata Svizzera.

Il prezzo medio di un dispositivo Apple nel Regno Unito, tasse incluse, e’ del 4% superiore rispetto agli Apple Store dei paesi non-scandinavi dell’Europa occidentale. Cio’ significa che per un prodotto Apple come un iMac i clienti britannici devono sborsare circa 48 euro in piu’.

Nel effettuare l’analisi comparativa, il sito specializzato di calcoli sui consumi Idealo ha confrontato i prezzi disponibili su tutti e 37 gli Apple Store, relativamente ai dispositivi iPad 2, MacBook Air, iPod Touch, MacBook Pro e iMac.
[ARTICLEIMAGE]
Dal momento che i prezzi in alcuni negozi Apple come quelli degli Stati Uniti non tengono conto dell’IVA (l’imposta sui consumi), il team di ricerca ha confrontato i prezzi di ciascun punto vendita con e senza IVA, sulla base del tasso d’imposta previsto per ciascun paese.

Il Nord America presenta peraltro due dei migliori rapporti al mondo tra l’economia nazionale e i prezzi di prodotti Apple. Nella classifica generale, gli Stati Uniti figurano al secondo posto, subito dopo Singapore. In Asia bene anche Hong Kong.