ANTITRUST: NO AGLI SPOT “IMPOSTI” NEI CINEMA

15 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 15 mag – Nel corso di un’audizione presso la commissione Beni Culturali del Senato, il Garante della concorrenza e del mercato, Antonio Catricalà, si è soffermato oggi anche sul problema della pubblicità nei cinematografi. “E’ fenomeno ricorrente – ha detto – quello per cui, indicato un certo orario di inizio della proiezione cinematografica, questa viene in realtà preceduta da serie di trailer e pubblicità che spesso comportano ritardi anche molto lunghi rispetto all’orario di programmazione indicato. Si tratta di un fenomeno ricorrente che impone allo spettatore, che abbia fatto ingresso in sala all’orario indicato, di visionare messaggi promozionali ai quali, date le circostanze e l’imminenza presunta dell’inizio della proiezione, non può di fatto sottrarsi. Il legislatore dovrebbe prestare particolare attenzione anche a questo aspetto, al fine – ha concluso Catricalà – di individuare strumenti e prescrizioni apposite in grado di arginare il fenomeno”.