Amazon in trattativa per i diritti streaming dei Gran Premi di F1

23 Dicembre 2020, di Alberto Battaglia

Amazon sarebbe in trattative con Liberty Media per aggiudicarsi i diritti per la trasmissione in streaming della Formula Uno, anche se al momento le parti non sarebbero ancora vicine all’accordo economico.

Lo rivelano indiscrezioni pubblicate dal Financial Times secondo le quali Amazon sarebbe interessata ad ampliare l’offerta per il suo servizio Prime Video. Liberty Media, da parte sua, avrebbe necessità di passare all’incasso dopo una stagione di F1 segnata dai tagli legati al Covid-19, che hanno provocato perdite per la società pari a 363 milioni di dollari al terzo trimestre.

Il precedente “colpo” per Amazon Prime Video è stata l’acquisizione dei diritti per lo streaming delle principali partite di Champions League. Già disponibili, invece, erano le sfide calcistiche della Premier League britannica, così come eventi sportivi legati al cricket, al football americano o alcuni fra i maggiori tornei di tennis come lo US Open.

Carey: “Discussioni sostanziali con Amazon”

“[Amazon ] è un potenziale partner incredibilmente importante e un’opportunità per noi di espandere e far crescere la nostra attività”, ha commentato al Ft Chase Carey, amministratore delegato della F1, che ha parlato senza mezzi termini di “discussioni sostanziali. . . [con] Amazon e tutte le piattaforme digitali globali” ad essa collegate.

A concludere il possibile affare con il colosso dell’e-commerce, tuttavia, potrebbe essere il successore designato di Carey, Stefano Domenicali, che gli subentrerà alla guida della F1 a partire dal 5 gennaio.

Per il momento Amazon si è rifiutata di rilasciare dichiarazioni in merito a quanto rivelato dall’ad della Formula Uno.