Alert Italia e Germania: fra 60 anni popolazione dimezzata

7 Luglio 2017, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – La popolazione mondiale sta andando verso il collasso e nessuno sembra preoccuparsene. Così Elon Musk, l’importante CEO di Tesla ha twittato qualche giorno fa ai suoi 10 milioni di followers.

L’allarme che lancia il numero uno di Tesla fa riferimento ad un articolo pubblicato lo scorso novembre sulla rivista scientifica New Scientist dal titolo emblematico Il mondo nel 2017: la bomba demografica è implosa.

Nel pezzo, scritto da Fred Pearce si guarda al Giappone come un caso di studio che spiega cosa potrebbe succedere nel futuro prossimo. Non ci sarà tanto il problema della mancanza di cibo quanto piuttosto il problema di un mancato ricambio generazionale abbastanza veloce.

“Il mondo ha raggiunto il suo picco delle nascite”, così dice nell’articolo Hans Rosling, professore al Karolinska Institute di Stoccolma. L’esempio è quello del Giappone dove il tasso di fertilità è di 1,4 bambini per donna, ben al di sotto di quanto necessario al fine di sostenere la crescita della popolazione.

E se il Giappone è il più noto esempio di invecchiamento della popolazione di un paese, l’articolo indica anche la Germania e l’Italia come i due paesi che potrebbero vedere dimezzata la loro popolazione entro i prossimi 60 anni.

Quali sono i problemi che potrebbero derivare da una popolazione anziana? Meno innovazione, meno sviluppo economico e culturale e economie in recessione. Tuttavia Pearce fa notare anche una cosa ossia che il vecchio potrebbe essere il nuovo giovane, aggiungendo che la società composta da anziani ha meno probabilità di iniziare guerre e meno persone potrebbero dare ossigeno allintero ecosistema.