Alert criptovalute: bomba ad orologeria

19 Luglio 2017, di Alessandra Caparello

Il mercato delle monete digitali è una bomba ad orologeria pronta ad esplodere. A lanciare l’allarme sulle criptomonete è Charles Hoskinson, cofondatore di Ethereum, la seconda moneta digitale in termini di capitalizzazione dopo il Bitcoin.

Nel corso di un’intervista a Bloomberg, Hoskinson ha messo in guardia circa l’aumento di interesse verso le nuove valute digitali. Solo lo scorso mese vi è stato un balzo delle vendite di circa 600 milioni di dollari, un entusiasmo verso le nuove criptomonete che spinge il loro valore oltre quello stabilito.

“La gente dice che le Initial coin offerings (ICO) sono ottime per Ethereum, basta guardare il prezzo, ma è una bomba a tempo. La gente è accecata da soldi veloci e facili”.

Così ha affermato il co-fondatore di Ethereum secondo cui la moneta digitale si caratterizza per una volatilità estrema. A inizio anno valeva circa 8 dollari per poi arrivare a quasi un mese fa alla quota di circa 400 dollari ma in poche settimane  la quotazione della valuta virtuale rivale del Bitcoin è scivolata del 20% fino a raggiungere quota $130,26, i minimi di 7 settimane. Lunedì inoltre l’intero settore delle criptovalute è stato oggetto di un attacco hacker.

Una bomba ad orologeria afferma Hoskinson secondo cui è giunto il tempo di regolare il settore.  Sostiene l’allarme lanciato da Hoskinson anche William Mougayar, autore di The Blockchain Business secondo cui l’aumento della valuta digitale è  sinonimo di avidità.