Istruzione: Italia penultima in Europa per numero di laureati

16 aprile 2018, di Francesco Puppato

L’Italia rimane penultima in Europa per numero di laureati, superando solamente la Romania; questo è quanto emerge dai dati di Eurostat.

La media europea per le donne laureate in età compresa tra i 15 ed i 64 anni è del 29,7%, mentre in Italia si ferma al 18,9%. Dal 2008 ad oggi la media italiana delle donne laureate è salita del 4,9% ma la media europea è cresciuta del 7,8%.

Se si prende, invece, in considerazione la fascia di età che va dai 25 ai 34 anni, vale a dire i giovani per i quali si considera compiuto il percorso formativo, la situazione migliora leggermente: il totale dei laureati in Italia passa dal 25,6% del 2016 al 26,4% attuale, rimanendo però ancora distante dalla media europea che si attesta al 38,8%.

In questa fascia di età le donne raggiungono una media del 32,9% contro il 44% europeo, mentre gli uomini raggiungono solamente il 19,9%, rispetto ad un 33,6% europeo.

Dai dati di Eurostat emerge inoltre che in Italia è ancora alta la percentuale di persone che hanno la licenza media: tra i 15 ed i 64 anni la media europea arriva al 26,2%, mentre l’Italia registra un 41,1%.

La percentuale delle persone che hanno solo la licenza media rimane comunque alta, anche per quanto riguarda la fascia di età compresa tra i 25 ed i 34 anni; le persone comprese in questa fascia d’età che non hanno frequentato o non hanno finito la scuola secondaria superiore raggiungono il 25,6%, a confronto del 16,4% della media europea.

Infine, per quanto riguarda la fascia di età ancora giovane in Italia, si nota che le donne sono più scolarizzate rispetto ai maschi: mentre nel sesso maschile le persone che hanno al massimo la licenza media arrivano al 29,1%, nel sesso femminile si fermano al 22%.

Hai dimenticato la password?