Consumi: Natale 2018 all’insegna del low cost

7 dicembre 2018, di Alessandra Caparello

Altro che shopping sfrenato: il Natale 2018 si preannuncia all’insegna del low cost, molto più che della qualità. A dirlo la nuova ricerca DWF sul retail in Europa, intitolata The Global Consumer 2019.

Diecimila i consumatori intervistati, di cui mille italiani, per comprendere i trend di comportamento dei consumatori, fattore chiave per consentire ai rivenditori di adottare una efficace strategia di vendita al dettaglio. Alla domanda su cosa guiderà le loro motivazioni all’acquisto, il 70% dei consumatori europei risponde i prezzi bassi, il 64% darà precedenza alla qualità, mentre il 51% selezionerà i propri regali solo in negozi discount. Per gli acquisti non food, il 64% terrà gli occhi aperti su promozioni, il 27% darà la precedenza a servizi e promozioni legate alla fidelizzazione offerti in store e il 26% continuerà a prediligere la sicurezza offerta da prodotti di marca (26%). In continuità con gli ultimi anni si prevede poi una forte crescita degli acquisti online con un aumento del 34%.

Guardando ai consumatori italiani, questi si dimostrano influenzati negativamente dalle attuali prospettive economiche e politiche generali e, in particolare, sulle prospettive europee dopo la Brexit. Meno del 20% dei consumatori italiani ormai pensa di usare il contante per i propri acquisti – percentuale superiore rispetto ad altri paesi – e il 67% si dice guidato dagli sconti nello shopping, a seguire la qualità del prodotto (per il 65%) e da offerte low cost (per il 64%). In forte aumento, la fiducia verso gli acquisti online, destinati a registrare una forte crescita, in particolare se confrontati con gli acquisti effettuati in negozio, già trainati dal successo del Black Friday.

Hai dimenticato la password?