WSI: sfondo bianco e nuovo logo ‘Italia.co’

di Redazione Wall Street Italia
14 Settembre 2012 19:37

Per la seconda volta in quasi 13 anni abbiamo eliminato il classico sfondo blu di Wall Street Italia e inserito uno sfondo bianco neutro (nella foto qui sotto: la prima home page di WSI, lanciato l’11 ottobre 1999; l’immagine e’ uno snapshot tratto da Waybackmachine, la cosa buffa che a guardare bene si leggono tre date diverse: 1/6/2001; 12 maggio 2000 e 23/4/2001…).

In ogni caso: era meglio prima, con lo sfondo blu? Adesso la home page – e anche le pagine interne come quella che state leggendo – vi sembrano troppo sbiadite o forse eccessivamente “brillanti”? Oppure il cambiamento vi piace? Poi: abbiamo un nuovo logo, in alto a sinistra in pagina, che ruota in alternativa al vecchio: Italia.co che e’ anche, ovviamente, un dominio cliccabile e piu’ facile da digitare. Ma quale e’ il vero motivo?

Nulla di macchinoso e nessuna teoria cospirazionista: lo facciamo per attrarre nuovi lettori che potrebbero essere refrattari per mille motivi al “nome” Wall Street, ai noiosi tecnicismi dei mercati finanziari e a cio’ che la borsa Usa rappresenta nel mondo. I soliti luogo-comunisti diranno che abbiamo ceduto agli estremisti islamici o a Casini, vero? Ma via, c’e’ bisogno di rispondere? Ovvio che noi in redazione rimaniamo gli stessi di sempre; e soprattutto, per voi lettori, siamo il sito n.2 in Italia di Economia, Finanza, politica e news, l’unica vera alternativa al Sole 24 online. Che ne pensate?

Sui tanti cambiamenti in corso a Wall Street Italia in quest’anno turbolento, approfittiamo dell’occasione per ripubblicare un articolo del 10 novembre 2011, intitolato Commenti su WSI: altre novita’, che segui’ il lancio dei commenti liberi, live e senza filtro l’1 novembre 2011 (sono passati appena 10 mesi e la comunita’ di voi lettori e’ cresciuta moltissimo: grazie a tutti!) (l.c.)

_____________________________________________________

(10 novembre 2011) – Circa dieci giorni fa WSI ha introdotto una serie di novità volte a migliorare la gestione dei commenti per la community e limitare l’effetto di un manipolo di sabotatori di professione, inviati in forze con una strategia precisa. I disturbatori ci attaccano perche’ WSI continua a crescere. E WSI cresce proprio mentre si avvera lo scenario che anticipiamo da 3 anni: c’e’ un rischio Italia per l’euro, l’Europa e l’intera economia globale, e responsabile e’ esclusivamente la classe politica. Ecco perche’ diamo fastidio: siamo diventati una fonte indispensabile per chi vuole capire e segue i mercati e la politica in tempo reale; per qualcuno cio’ risulta assai sgradevole.

WSI e’ ormai la giusta via di mezzo tra il colosso identificabile con la noia paludata e ingessata del Sole24Ore.com e la paranoia nevrotica dei siti di borsa e finanza dove allignano o i cospirazionisti di destra e sinistra o i day- trader senza alcuna visione macro ne’ politica. Poi ci siamo noi, i ragazzi terribili ma seri, aggressivi pero’ attendibili e affidabili. Il pubblico di massa non conosce ancora WSI ma siamo tra i “favoriti” di chi lavora negli ambienti politici, economici e della migliore societa’ civile. Vi assicuriamo che faremo ogni sforzo per continuare ad avere obiettivi di miglioramento della qualita’ e dell’atmosfera costruttiva e stimolante che caratterizza la community di WSI.

Le modifiche introdotte dieci giorni fa sono state apprezzate dalla grande maggioranza degli utenti, che hanno da subito fornito sul sito e via email ulteriori suggerimenti su come fare ulteriori miglioramenti. Suggerimenti di cui abbiamo tempestivamente verificato la fattibilità e l’efficacia con ideativi, partner tecnologico di WSI.

Oggi introduciamo un’ulteriore novità: cambierà il criterio di calcolo della popolarità di ogni utente. Fino a questo momento la popolarità di ogni utente veniva calcolata come somma dei voti positivi a cui veniva sottratta la somma dei voti negativi. Alcuni disturbatori, invece che impegnare le proprie energie nella crescita della community, ovviamente stavano provando a cambiare artificiosamente le carte in tavola, votando negativamente a raffica centinaia di commenti; e influenzando questo calcolo perseguivano il loro obiettivo: scassare. Hooligans per i quali va bene il DASPO.

Il calcolo della popolarità diventerà da ora più intelligente, tenendo conto dell’effettiva opinione della community. Anche noi abbiamo il nostro piccolo algoritmo insomma. Per effetto di questa novità, le classifiche dei migliori e peggiori potranno subire da subito delle variazioni: alcuni utenti che risultavano con popolarità negativa, torneranno in positivo, perché effettivamente graditi alla community. Viceversa coloro i quali hanno auto-alterato le proprie votazioni con utenze fittizie, diventeranno o torneranno impopolari. In questo modo l’indice di popolarità azzera lo “spread” con il gradimento effettivo della community anche se l’eventuale abbassamento dell’indice di popolarità che si verifichera’ per alcuni non coincide con l’identificazione di un disturbatore. Questa procedura di calcolo verrà nel tempo continuamente migliorata, allo scopo di farne un indice affidabile e veritiero.

Tutti gli ulteriori stimoli ricevuti si tradurranno, nelle prossime settimane, in altre novità già in cantiere, affinché questo sito, apprezzato da 500.000 visitatori unici ogni mese, sia sempre più gradito, e diventi la vostra piazza virtuale preferita per confrontarsi sui temi tipici che interessano tutti noi: economia, mercati, politica, societa’, news.

Approfittiamo infine per chiedervi: vi interessa creare una categoria di utenti (tipo serie A, o platinum…) che si sottopongono volontariamente ad auto-certificazione nei confronti di WSI (email, cellulare, altri sistemi di riconoscimento dell’identita’) a cui assegnare particolari privilegi e diritti? Se si’, come e cosa proponete? E’ nei vostri obiettivi identificare i migliori interlocutori del sito con cui dibattere e scambiare opinioni?

Grazie per ora a ciascuno di voi per il contributo che ogni giorno date per migliorare la community di WSI.

e buon lavoro!
il team di WSI