Wells Fargo nei guai: clienti costretti a comprare assicurazione auto

28 Luglio 2017, di Mariangela Tessa

Nuovi guai per la banca americana Wells Fargo. Secondo quanto anticipato dal New York Times, la banca americana avrebbe costretto più di 800.000 clienti che hanno ottenuto prestiti per compare l’ auto ad accendere un’ assicurazione auto di cui non avevano bisogno e, che in alcuni casi, pagando ancora. Uno scherzetto a cui ora la banca dovrà trovare rimedio, restituendo ai clienti circa 80 milioni di dollari.

Per la banca a stelle e strisce si tratta di nuovi problemi, che si aggiungono allo scandalo recente sull’apertura di circa  2,1 milioni di conti correnti non autorizzati. Scandalo che ha portato la banca a pagare, lo scorso settembre, una sanzione da 185 milioni di dollari per “pratiche illecite ampiamente diffuse”, appurate al termine di un’inchiesta della Consumer Financial Protection Bureau.

Alla banca è stata attribuita l’apertura di conti indesiderati, l’attivazione non richiesta di carte di credito e la creazione di e-mail false per registrare persone ai servizi bancari online. Well Fargo in quel caso ha anche risarcire i clienti danneggiati con 5 milioni di dollari, che andranno ad aggiungersi alla sanzione.

Nel secondo trimestre, terza maggiore banca americana per asset, ha visto salire l’utile del 5%, battendo le previsioni degli analisti. Nei tre mesi a giugno, l’istituto ha riportato profitti per 5,81 miliardi di dollari, 1,07 dollari per azione, contro i 5,558 miliardi, 1,01 dollari per azione, dello stesso periodo dell’anno scorso. Gli analisti attendevano profitti per azione per 1,01 dollari.

L’utile netto applicabile alle azioni ordinarie è salito del 4% a 5,404 miliardi di dollari. Il margine di intermediazione è rimasto sostanzialmente invariato a 22,169 miliardi di dollari, ma al di sotto dei 22,5 miliardi previsti dal consensus. I depositi medi sono saliti di 64,5 miliardi a 1.300 miliardi (+5%), mentre i prestiti medi totali sono saliti dell’1%, 6,1 miliardi, a 956,9 miliardi.