WALL ST. SALUTA GREENSPAN COI FUOCHI D’ARTIFICIO

20 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Le borse americane hanno chiuso con uno strepitoso rialzo dopo l’intervento al Senato del presidente della Federal Reserve. E’ passata la paura dei tassi.

Il Nasdaq ha chiuso a 4184,56 (+3,18%), il Dow Jones ha chiuso a 10843,87 (+1,38%), l’S&P 500 a 1495,47 (+0,91%) e il Russell 2000 a 534,75 (+1,31%).

I mercati hanno letto nelle parole di Greenspan le rassicurazioni di cui tanto avevano bisogno: i tassi d’interesse al 6,5%, il livello piu’ alto da un decennio a questa parte, hanno rallentato la corsa dell’economia Usa.

Il presidente della Federal Reserve, come di consueto, e’ stato prudente e misuratissimo nelle valutazioni:

“La domanda aggregata potrebbe avvicinare il suo passo di crescita a quello delle potenzialita’ dell’economia – ha detto Greenspan ai membri della Commissione bancaria del Senato – Ma non possiamo essere sicuri che la minore espansione della domanda interna sia una condizione permanente”.

La Banca centrale Usa, pur non ravvisando pericoli immediati, non esclude infatti che l’inflazione possa aumentare entro la fine dell’anno.

Di conseguenza “le condizioni generali dell’economia potrebbero necessitare ulteriori aggiustamenti”, recita il rapporto.

A far optare i mercati per l’ottimismo, ha contribuito il dato sulla costruzione di nuove case negli Stati Uniti, diminuite in giugno del 2,6%.

Greenspan vuole capire se l’aumento della produttivita’ – dovuto principalmente alle nuove tecnologie – sia un fenomeno transitorio o un elemento strutturale in grado di cambiare i parametri classici con cui vengono misurati i pericoli di spinte inflazionistiche.

Gli investitori hanno raccolto la scommessa e sono tornati a puntare con decisione su tutti i listini.

Brilla il settore tecnologico, grazie a IBM: il primo gruppo informatico mondiale, da cui dipendono in gran parte le sorti del settore high-tech, ha spiazzato gli analisti presentando utili trimestrali superiori alle previsioni, nonostante una fase critica nei fatturati.

Sui listini sono in rialzo oltre al settore informatico, reti di comunicazione, software, semiconduttori, fibre ottiche, Internet e finanza.

In ribasso solo il settore farmaceutico.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore informatico, IBM (IBM) ha chiuso il secondo trimestre con un utile di $1,06 per azione, al di sopra delle aspettative del mercato. Gli analisti prevedevano un utile di $1. Il titolo IBM ha guadagnato quasi il 7,5%. (Vedi articoli WSI del 19 luglio delle 16:10 e delle 8:00)

Nel settore della telefonia mobile, Qualcomm (QCOM) ha registrato nel terzo trimestre del suo anno fiscale utili in rialzo del 23%. La societa’ ha chiuso il trimestre con un utile pro forma di 27 centesimi per azione, in linea con le aspettative di Wall Street. Il titolo Qualcomm ha perso piu’ dell’ 1,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore dei semiconduttori, Advanced Micro Devices (AMD) ha chiuso il secondo trimestre con un utile di $1,21 per azione. Gli analisti di First Call/Thomson Financial avevano previsto un utile di $1,14 per azione. Il titolo Advanced Micro Devices ha segnato a fine giornata un ribasso del 6%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore Internet, Excite@Home (ATHM) ha chiuso il secondo trimestre con perdite piu’ accentuate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le perdite si sono attestate a 11 centesimi per azione, al di sotto dei 12 centesimi stimati dagli analisti. A seguito della pubblicazione dei dati di bilancio, la banca d’investimento Merrill Lynch ne ha ridotto il rating sul lungo termine da “Buy” a “Accumulate”. Il titolo Excite@Home ha perso il 6%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni, Lucent Technologies (LU) ha chiuso il terzo trimestre del suo anno fiscale con un utile di 30 centesimi ad azione, al di sopra delle aspettative per un centesimo. Il titolo ha perso il 17%.(Vedi articoli WSI delle 8:00 e delle 8:19)

Nel settore del trasporto aereo, Delta Air Lines (DAL) ha registrato per il secondo trimestre un utile netto di $2,86 per azioni. Le aspettative erano di $2,72 per azione. A fine seduta, il titolo Delta ha guadagnato quasi l’1%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore del tabacco, R.J. Reynolds (RJR) ha chiuso il secondo trimestre con un utile di $1,05 per azione, al di sopra delle aspettative. Gli analisti di First Call/Thomson Financial prevedevano un utile di $1,02 previsti dagli analisti. Il titolo ha perso lo 0,25%. (Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore della telefonia mobile, Sprint (FON) ha chiuso il secondo trimestre con un utile di 41 centesimi per azione, al di sotto delle aspettative degli analisti per 3 centesimi. Il titolo Sprint ha perso poco meno del 3,5%. (Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore dei prodotti di largo consumo, Colgate-Palmolive (CL), il primo produttore al mondo di pasta dentrificia, ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 42 centesimi per azione, in rialzo del 15% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le previsioni degli analisti erano di 41 centesimi per azione. Il titolo Colgate-Palmolive ha guadagnato l’ 1,75%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore farmaceutico, Eli Lilly (LLY), la societa’ che produce Prozac, il piu’ famoso antidepressivo al mondo, ha registrato per il secondo trimestre un utile in rialzo del 16% sull’anno grazie al forte aumento delle vendite. Gli utili si sono attestati a 61 centesimi per azione, un centesimo al di sopra delle aspettative. Il titolo Eli Lilly ha perso quasi il 2,5%. (Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore dei prodotti cosmetici, Avon Product (AVP) ha chiuso il secondo trimestre con un utile record di 52 centesimi per azione grazie al rialzo del 10% nelle vendite. Il titolo Avon ha perso quasi lo 0,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore alimentare, Quaker Oats (OAT) ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di $1,11 per azione. Le aspettative erano di $1,06 per azione. Il titolo Quaker ha perso quasi il 5,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore dei materiali e apparecchiature fotografiche, Polaroid (PRD) ha registrato per il secondo trimestre un utile operativo di 59 centesimi per azione, in rialzo del 24% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il titolo Polaroid ha perso piu’ dell’ 8%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore industriale, Caterpillar (CAT), il leader mondiale di macchinari per le costruzioni, ha registrato nel secondo trimestre utili in rialzo dell’11% sull’anno grazie al taglio dei costi e le vendite di sistemi per la generazione di energia elettrica. Gli utili si sono attestati a 90 centesimi, al di sopra delle aspettative per tre centesimi. Il titolo Caterpillar ha chiuso la giornata di contrattazioni con una perdita del 2%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore del trasporto aereo, Northwest Airlines (NWAC)
la compagnia americana partner di KLM, ha chiuso il secondo trimestre con un utile di $1,26 centesimi per azione. Gli analisti di First Call/Thomson Financial avevano previsto un utile di $0,98 per azione. Il titolo Northwest ha perso quasi il 4,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore dei giocattoli per bambini, Mattel Inc. (MAT), il produttore di Barbie, ha registrato per il secondo trimestre un utile operativo di $6 milioni, pari a 1 centesimo per azione, in linea con le aspettative del mercato. Il titolo Mattel ha perso quasi il 3,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore farmaceutico, American Home Products (AHP) ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 8 centesimi per azione, in forte rialzo rispetto allo stesso stesso periodo dello scorso anno. Il titolo ha perso quasi il 4%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Sempre nel settore farmaceutico, Bristol-Myers (BMY) ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto in rialzo del 15% sull’anno grazie all’aumento delle vendite dei medicinali per il trattamento del diabete e il cancro. Gli utili si sono attestati a 54 centesimi per azione, in linea con le aspettative del mercato. Il titolo Bristol-Myers ha perso quasi il 3%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore delle spedizioni aeree, United Parcel Service (UPS), il corriere espresso internazionale, ha registrato nel secondo trimestre un utile di 60 centesimi per azione, in linea con le aspettative di Wall Street. Nello stesso periodo dello scorso anno gli utili erano di 52 centesimi ad azione. Il titolo United Parcel Service ha perso poco piu’ del 2,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore finanziario, First Union (FTU), il sesto gruppo bancario americano, ha regsitrato per il secondo trimestre un utile in ribasso del 18%. La societa’ ha chiuso il trimestre con un utile operativo di 73 centesimi per azione, al di sopra delle aspettative per un centesimo. Il titolo First Union ha guadagnato il 3%.(Vedi articolo WSI delle 8:00)

Nel settore del trasporto aereospaziale, Lockheed Martin (LMT), societa’ leader nel settore della difesa, ha chiuso il secondo trimestre con un utile di 29 centesimi per azione, battendo le aspettative del mercato. Il titolo Lockheed Martin ha guadagnato piu’ del 5,5%.(Vedi articoli WSI delle 8:00 e delle 15:14)

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al New York Stock Exhange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(LU) Lucent Technologies Inc. 79,248,200 53.500 -11.000 -17.05% ;

(IBM) IBM Corporation 21,491,800 116.875 +8.125 +7.47% ;

(T) AT&T Corp. 15,312,800 32.625 -1.500 -4.40% ;

(VZ) Verizon Communications 15,006,900 44.813 -2.188 -4.65% ;

(PFE) Pfizer Inc 13,170,300 44.500 -1.938 -4.17% ;

(FD) Federated Department Stores, Inc. 13,022,800 23.188 -3.688 -13.72% ;

(MOT) Motorola, Inc. 13,097,500 38.063 +1.563 +4.28% ;

(AOL) America Online, Inc. 12,620,100 61.750 +2.375 +4.00% ;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 11,766,100 27.750 +0.250 +0.91% ;

(UIS) Unisys Corporation 10,340,300 10.063 -0.500 -4.73%.

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 73,298,600 127.313 +20.563 +19.26%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 39,211,700 69.500 +2.688 +4.02%;

(CNXT) Conexant Systems, Inc. 35,037,700 38.938 -10.000 -20.43%;

(INTC) Intel Corporation 27,841,500 142.938 +4.813 +3.48%;

(MSFT) Microsoft Corporation 24,840,700 74.688 +1.563 +2.14%;

(EXDS) Exodus Communications, Inc. 22,350,700 58.938 +8.125 +15.99%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 21,870,900 61.938 -1.063 -1.69%;

(ERICY) Ericsson 21,955,500 22.688 +1.438 +6.76%;

(CTXS) Citrix Systems, Inc. 20,076,300 18.031 -4.094 -18.50%;

(ADCT) ADC Telecommunications, Inc. 18,975,000 44.125 +6.313 +16.69%.