Wall Street volta pagina: a settembre prevale la fiducia

1 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvia il mese di sttembre con una rinnovata fiducia la borsa di Wall Street dopo aver archiviato il peggior agosto dal 2001. Il mese appena conclusosi è stato infatti tartassato da una serie di dati macroeconomici negativi che hanno sollevato i timori per un double-dip,ovvero doppia caduta in recessione. Intanto ieri, dai verbali pubblicati dall’ultima riunione della FED, tenutasi il 10 agosto si legge che il panoramama per l’economia americana conferma un rallentamento negli ultimi mesi. I partecipanti al FOMC hanno convenuto che la recessione è stata più profonda del previsto nel biennio precedente e che la ripresa è claudicante. Dal fronte macro, il dato sui posti di lavoro nel settore privato americano ha visto scendere di 10 mila unità gli occupati. Il dato è risultato molto al di sotto delle attese degli analisti che aspettavanoinvece una salita di 15 mila unità. Questo non fa certo ben sperare per il mercato del lavoro americano sotto i riflettori questa settimana per il dato clou dell’ottava atteso per venerdi quando si conoscerà il tasso di disoccupazione a stelle e strisce. Nella giornata di oggi, più tardi, saranno resi noti anche l’Ism manifatturiero di agosto e la spesa per costruzioni di luglio. Sul mercato valutario, il dollaro continua a piegare la testa nei confronti del biglietto verde. Il cambio EUR/USD prosegue la sua accelerazione, portandosi sopra la soglia degli 1,28 dollari a 1,283 USD. In rally anche il prezzo dell’oro che si porta a 1.249,25 dopo aver toccato un massimo intraday a 1.254,74 dollari. Sulle prime rilevazioni il Dow Jones mostra un rialzo dell’1,31% a 10145,43 punti, l’S&P500 un incremento dell’ 1,49% a 1064,98 punti ed il Nasdaq una plusvalenza dell’ 1,7% a quota 2142,8.