Wall Street volatile: chiusura in rosso. Fari sulle trimestrali

di Redazione Wall Street Italia
13 Ottobre 2015 22:10

NEW YORK (WSI) – Dopo sette sedute di fila di guadagni, il Dow chiude la giornata odierna in calo: nel finale l’indice della Borsa Usa lascia sul terreno lo 0,29% a 17.082 punti. Male anche gli indici principali: lo S&P 500 scende dello 0,67% a 2.004 punti mentre il Nasdaq perde lo 0,86% a 4.797 punti.

Secondo i trader, un ritracciamento sarebbe tuttavia fisiologico, dopo i continui rialzi recenti, in particolare della vigilia in un contesto di volumi contenuti. La cautela infatti è d’obbligo dopo
i dati sull’import cinese e l’indice tedesco Zew.

Per quanto riguarda i titoli, da segnalare il balzo di Twitter, che guadagna il 4,78%: la societa’ ha previsto fatturato ed Ebitda superiore alle previsioni e ha annunciato imminenti licenziamenti fino all’8% della forza lavoro.

In rialzo inferiore allo 0,1% Johnson & Johnson, dopo la trimestrale superiore alle previsioni e la revisione al rialzo delle stime per l’intero anno. Poco mosse JPMorgan Chase e Intel, in attesa delle rispettive trimestrali dopo la chiusura di Wall Street.

Nella prima parte della giornata di scambi i titoli di stato americani sono in rialzo con i rendimenti, che si muovono in senso inverso ai prezzi, in calo. Dopo la pausa per la festivita’ del Columbus Day (ieri il mercato azionario e delle materie prime era aperto, mentre quello obbligazionario era fermo), gli investitori si buttano su terreni considerati piu’ sicuri, preoccupati dalle indicazioni sulle importazioni cinesi e, dunque, sulla crescita di Pechino. I rendimenti decennali si attestano in ribasso al 2,062%, contro il 2,099% di venerdi’ scorso

Sul valutario, euro +0,13% a $1,1373. Dollaro/yen -0,27% a JPY 119,72.

Tra le materie prime, i futures sul petrolio Wti +0,06% a $47,13 al barile; Brent +0,14% a $49,93 al barile. Contratto spot sull’oro scambiato sul Comex -0,64% a $1.156,42 l’oncia.

(DaC-MT)