Wall Street termina con un verde tenue

18 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Finale frazionalmente positivo per la borsa di Wall Street, dopo la diffusione delle minute del Fomc. La Federal Reserve ha rivisto al rialzo le stime sul Pil Usa nel 2010 ma ha peggiorato le previsioni sul tasso di disoccupazione. Dal fronte congiunturale, i prezzi all’importazione sono cresciuti dell’1,4% nel mese di gennaio oltre le attese degli analisti che si aspettavano un progresso dell’1%. Sempre a gennaio l’avvio di nuovi cantieri sale del 2,8% mensile al tasso annuale di 580.000 unità contro le 575.000 unità di dicembre. In progresso dello 0,9% ed oltre il previsto anche la produzione industriale a gennaio. La capacità di utilizzazione degli impianti registra invece una crescita in linea con le stime al 72,6%. Il Dow Jones archivia gli scambi con una plusvalenza dello 0,39%, l’S&P500 con un progresso dello 0,42% ed il Nasdaq con un +0,55%. Nel paniere del Dow Jones brilla Bank of America, seguita da United Tech, Home Depot ed HP. In rosso invece American Express, Kraft Foods ed Alcoa.