Wall Street si conferma zoppicante al giro di boa

27 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Prosegue incerta la seduta a Wall Street, dopo un avvio in deciso rialzo. Il mercato americano, che aveva beneficiato all’esordio di un positivo dato sul mercato immobiliare, ha poi incassato il colpo del deterioramento del sentiment dei consumatori. La fiducia dei consumatori, elaborata dal Conference Board, è scivolata infatti a 50,4 punti a giugno, risultando inferiore ai 51 punti attesi dagli economisti e confermando l’incertezza sulla ripresa economica negli Stati Uniti. Invece, l’indice dei prezzi delle case di S&P Case Shiller aveva dato linfa al mercato, segnalando una crescita dell’1,3% a luglio ed allontanando lo spettro di un nuovo collasso del mercato immobiliare oltreoceano. Il dollaro si conferma in recupero sull’euro a 1,298 USD, dopo che la moneta unica aveva tentato un rally oltre gli 1,30 USD. IN forte calo le quotazioni del greggio, che è scivolato sotto i 78 dollari al barile, per effetto delle mutevoli prospettive di crescita dell’economia a stelle e strisce. Un supporto è arrivato dai conti trimestrali della Corporate America. Du Pont ha annunciato un rialzo delle prospettive per l’anno in corso. Buoni anche i conti della Lockheed Martin e di Valero Energy, che hanno controbilanciato la delusione generata dai numeri di US Steel. Intanto, l’indice Nasdaq conferma un calo dello 0,46% e lo S&P 500 dello 0,16%. Tiene meglio il Dow Jones con un incremento dello 0,14%, grazie all’ottima performance di Du Pont (+3,6%).