Wall Street: “Sfumato rally di Natale, giocare in difesa”

4 Dicembre 2015, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Meglio allacciare le cinture di sicurezza. Il mercato azionario americano non offrira’ nulla di buono da ora in poi. Il consiglio di Dennis Gartman, uno dei commentatori di Wall Street più seguiti negli Stati Uniti, e’ quello di prendere precauzioni, soprattuto in vista del primo rialzo dei tassi di interesse che appare ormai certo avverrà questo mese.

Questa ipotesi, che ha trovato un nuovo supporto con i dati sul mercato del lavoro, è stata avallata dalle parole del presidente della Fed, Janet Yellen, che ha espresso nuova fiducia nello stato dell’economia americana, confermando, di fatto, la possibilità di un aumento dei tassi alla prossima riunione, ormai imminente: il Fomc, il braccio di politica monetaria della Fed, si riunirà infatti i prossimi 15-16 dicembre.

“Sono ancora long sulle azioni” ha detto Gartman in un’intervista rilasciata alla Cnbc, “anche se sinceramente sto considerando di fare hedge contro un eventuale calo, dopo l’ondata di vendite che ha colpito il mercato” il giorno della cocente delusione per i mancati annunci della Bce.

La seduta di giovedì a Wall Street e’ finita in forte calo con l’S&P 500 che ha riportato in negativo il bilancio da inizio anno. Nell’ultima settimana, gli indici Dow, S & P 500 e Nasdaq hanno registrato cali tra l’1,5 e l’1,8 per cento, facendo così perdere tutte le speranze di un possibile rally di Natale.

Per Gartman i trend dell’azionario dimostrano che i mercati globali potrebbero essere interessati da un ulteriore sell off.

“Le trendline sono state rotte (al ribasso) nei casi del Dow Jones, dello S&P e chiaramente dell’EuroStoxx 50. E’ stato fatto un bel danno e probabilmente è più saggio essere meno bullish e fare ricorso ad alcuni derivati per proteggersi dal rischio di ribassi”. “

Fonte: Cnbc