WALL STREET: SCIVOLA HIGH-TECH, RESISTE DOW JONES

24 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Ordini di vendita a tempo serrato sul settore tecnologico hanno fatto scivolare ancora in negativo il tabellone elettronico del Nasdaq, mentre le Blue Chip riescono a tenersi in rialzo.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Ossigeno sull’indice delle Blue Chips e’ arrivato dal settore farmaceutico, con i risultati trimestrali di Merck, superiori alle aspettative di mercato.

Il settore tecnologico e’ oggi particolarmente incerto, l’accordo di fusione tra la divisione fibre ottiche di Nortel e Cornin non e’ bastato a dare il la agli investitori, preoccupati piuttosto per i conti di Priceline.com.

Sui listini sono in rialzo il settore elettronico, farmaceutico, tarsporto aereo, semiconduttori, sanitario, biotecnologie, materiali per l’edilizia.

Perdono il settore petrolifero, fotografico, ambiente, grande distribuzione, telecomunicazioni.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a Wall Street:

Nel settore della telefonia mobile, Deutsche Telekom (DT), la seconda societa’ europea di telefonia, ha siglato l’accordo di fusione con VoiceStream Wireless (VSTR) per $55,7 miliardi. Il titolo DT perde il 9,5%, mentre il titolo VoiceStream perde il 6,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:03)

Nel settore delle fibre ottiche, Corning (GLW) e’ in trattative avanzate per l’acquisizione della divisione fibre ottiche di Nortel Networks (NT); ne da’ notizia il Wall Street Journal di oggi. Il titolo Corning ha invertito la tendenza e a meta’ giornata perde piu’ del 7,5%, mentre il titolo Nortel guadagna l’ 1,5%. (Vedi articolo WSI delle 8:08)

Nel settore aereospazioale, ordini imprevisti per 110 aerei commerciali per un valore di $11 miliardi sono la carta con cui Boeing (BA), il primo costruttore aerospaziale del mondo, intende presentarsi al Farnborough International Air Show, in corso questa settimana vicino a Londra. Il titolo Boeing guadagna il 2,5%.(Vedi articolo WSI delle 9:11)

Nel settore farmaceutico, Merck & Co (MRK) ha chiuso il secondo trimestre fiscale con utili in rialzo del 16% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La societa’ ha registrato nel trimestre appena concluso un utile netto di $1,72 milioni, pari a 73 centesimi per azione. Gli analisti avevano previsto un utile di 69 centesimi per azione. Il titolo Merck guadagna piu’ del 9,5%.(Vedi articolo WSI delle 9:12)

Nel settore industriale, la britannica Tomkins (TKS) ha deciso di scaricare la divisione Smith & Wesson, la leggendaria casa produttrice di fucili e revolver. Il titolo Tomkins guadagna lo 0,5%.(Vedi articolo WSI delle 9:17)

Nel settore Internet, Priceline.com (PCLN), la societa’ che consente agli utenti di decidere il prezzo di acquisto per una serie di prodotti e servizi, ha registrato nel secondo trimestre un fatturato piu’ che triplicato a quota $351,1 milioni. Il titolo Priceline perde l’ 11,25%.(Vedi articolo WSI delle 9:25)

Nel settore industriale, Black & Decker (BDK), il primo produttore al mondo di attrezzature da lavoro e per il fai-da-te, ha chiuso il secondo trimestre con utili in rialzo del 17% grazie alle forti vendite. La societa’ ha registrato un utile netto di $83 milioni, pari a 97 centesimi per azione. Gli analisti avevano previsto un utile di 94 centesimi per azione. Il titolo Black & Decker ha invertito la tendenza e a meta’ giornata perde quasi lo 0,5%.(Vedi articolo WSI delle 9:38)

Nel settore delle telecomunicazioni, Marconi PLC (MCONY) ha ottenuto un contratto da 3,24 miliardi di euro ($3,04 miliardi) per fornire servizi e apparecchi per la rete ottica a British Telecommunications (BTY). Il titolo Marconi perde quasi l’ 1%, mentre il titolo British Telecommunications perde piu’ dell’ 1%.(Vedi articolo WSI delle 9:43)

Nel settore petrolifero, Enron (ENE) ha chiuso il secondo trimestre con utili di 34 centesimi per azione, in rialzo rispetto ai 26 centesimi dello stesso periodo dell’anno precedente e due centesimi superiore alle aspettative degli analisti. Il titolo guadagna quasi il 2%.

Nel settore aereospaziale, una divisione di Telecom Italia (TI) insieme a GE Americom di General Electric (GE), Astrolink LLC, TRW Inc. (TRW) e Liberty Media Group (LMGA) hanno fatto un ordine del valore di $1 miliardo a International Launch Services, la controllata di Lockheed Martin (LMT) che offre missili per la messa in orbita di satelliti. Il titolo Lockheed guadagna quasi il 2%, il titolo Telecom Italia perde quasi l’ 1,5%, il titolo General Electric guadagna lo 0,5%, il titolo TRW perde quasi lo 0,5%, mentre il titolo Liberty Media Group perde il 2,5%.(Vedi articolo WSI delle 10:10)

Nel settore industriale, le recenti difficolta’ registrate da Txas Instrument (TXN) nel comparto dei prodotti per l’archiviazione dati possono condizionare i risultati trimestrali della societa’ attesi per questa sera alla chiusura dei mercati. Lo afferma un comunicato di Merrill Lynch diffuso questa mattina. Il titolo Texas Instrument guadagna quasi il 4,5%.(Vedi articolo WSI delle 10:22)

Nel settore dell’abbigliamento sportivo, Fila Holding (FLH), controllata al 54,6% da Hdp, ha acquisito da Black Leisure la quota del 40% di Fila Uk per 12 milioni di sterline. A meta’ giornata il titolo Fila e’ invariato.(Vedi articolo WSI delle 10:33)

Nel settore dei pneumatici, Goodyear Tire & Rubber Co (GT), il primo produttore al mondo, ha chiuso il secondo trimestre con un utile, esclusi gli oneri straordinari, di 41 centesimi per azione, in rialzo del 9% sull’anno e al di sopra delle aspettative del mercato.Il titolo Goodyear guadagna il 2%.(Vedi articolo WSI delle 10:41)

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al New York Stock Exhange (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(LU) Lucent Technologies Inc. 13,050,800 50.938 -0.188 -0.37%;

(NT) Nortel Networks Corporation 7,701,300 82.500 +1.250 +1.54%;

(AOL) America Online, Inc. 7,466,600 55.938 -1.688 -2.93%;

(MRK) Merck & Co., Inc. 7,212,300 69.875 +6.125 +9.61%;

(T) AT&T Corp. 6,786,500 33.688 -0.563 -1.64%;

(TXN) Texas Instruments Incorporated 5,830,600 66.438 +2.938 +4.63%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 5,517,800 27.313 -0.438 -1.58%;

(PFE) Pfizer Inc 5,183,800 47.188 +1.313 +2.86%;

(A) Agilent Technologies, Inc. 5,067,800 48.625 +0.563 +1.17%;

(MOT) Motorola, Inc. 4,245,800 37.313 +0.813 +2.23%.

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 23,735,600 138.375 +3.563 +2.64%;

(ERICY) Ericsson 14,874,500 20.563 +0.750 +3.79%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 12,089,700 67.875 -0.250 -0.37%;

(MSFT) Microsoft Corporation 10,529,000 70.813 -1.500 -2.07%;

(GENU) Genuity Inc. 9,927,400 10.375 +0.250 +2.47%;

(DELL) Dell Computer Corporation 9,360,300 50.063 -2.313 -4.42%;

(ORCL) Oracle Corporation 7,942,200 77.813 +2.375 +3.15%;

(INTC) Intel Corporation 7,943,500 141.000 +2.813 +2.04%;

(VSTR) VoiceStream Wireless Corporation 7,659,900 140.000 -9.750 -6.51%;

(CHRX) ChiRex Inc. 7,127,800 30.688 +10.563 +52.48%.