Wall Street ritrova slancio nel finale, chiusura positiva

20 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Wall Street ritrova quota nel finale e si lascia così alle spalle una seduta all’insegna dei rialzi. Gli investitori hanno digerito l’ennesimo tonfo del greggio (alimentato dal taglio delle stime di crescita globale da parte del Fondo monetario internazionale) cosi’ come una serie di trimestrali della Corporate America. Si torna così a sperare nel lancio da parte della Banca centrale europea di un piano di allentamento monetario.

Nel finale, Dow +0,02% a 17.515 punti, Nasdaq +0,44% a 4.655 punti, S&P 500 +0,18% a 2.022 punti. Ancora una giornata in rosso per il petrolio: nel finale il Wti perde oltre il 5% a 46,13 dollari il barile. Sale invece l’oro: + 0,22% a 1.290 dollari l’oncia.

Investitori con gli occhi puntati sul programma straordinario di allentamento monetario in Europa. In un sondaggio condotto da Bloomberg, il 93% degli economisti ha detto di aspettarsi un piano di Quantitative Easing da almeno 550 miliardi di euro.

Il focus sulla riunione di giovedi’ sara’ su dimensioni e termini del programma di stimolo. Intanto altre banche centrali si domandano quali effetti avra’ sulle loro valute una simile mossa. A controbilanciare questi dubbi e’ l’indice Zew tedesco, a dicembre salito oltre le stime, e il Pil cinese, nel 2014 cresciuto al passo piu’ lento di 24 anni ma comunque oltre le previsioni. Intanto il Fondo monetario internazionale ha tagliato le stime di crescita globali.

Dall’America, continua poi la pioggia di trimestrali: Morgan Stanley ha deluso.

Tra i singoli nomi societari, in evidenza Halliburton. Il colosso petrolifero corre di oltre due punti percentuali dopo aver registrato profitti in crescita nello sroso trimestre.

Bene anche Delta Air Lines (+3,6%) dopo che l’agenzia di rating Moody’s Investors Service ha rivisto al rialzo l’outlook per l’intero settore aereo, citando il calo dei prezzi del carburante.

Sul versante valutario, l’euro -0,05% a $1,1598. Dollaro/yen +0,54% a JPY 118,19. Euro/yen +0,48% a JPY 137,10. Euro/franco svizzero -0,61% a CHF 1,0141.

I prezzi dei Treasury sono in leggero calo dopo avere messo a segno il migliore rally settimanale da un mese. I rialzi dell’azionario europeo, sostenuto da attese per il lancio di un piano di allentamento monetario da parte della Banca centrale europea, stanno spegnendo la domanda di beni rifugio. Alcuni trader avvertono che i rendimenti dei titoli di stato potrebbero salire con l’annuncio della Bce nel caso alimentasse la fiducia degli investitori ad acquistare asset rischiosi. Il decennale viaggia in questo momento all’1,8136%. Il titolo a tre mesi si trova allo 0,0228%.

(DaC-Mt)