Wall Street riapre i battenti controvoglia

7 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Opening bell stonata a Wall Street, che riapre oggi dopo un lungo week end per il festeggiamento del Labor Day. Gli investitori statunitensi, reduci da un venerdì da leoni in scia all’entusiasmo per i buoni dati sul mercato del lavoro, ritrovano al loro risveglio un’Europa affossata da rinnovati timori sullo stato di salute del comparto bancario dopo che il Wall Street Journal ha lanciato un nuovo allarme sul sistema finanziario europeo. Secondo il quotidiano i recenti stress test condotti sulle maggiori banche europee hanno sottostimato i rischi. Le esposizioni di alcuni istituti, spiega il giornale, sono state ridotte di miliardi di euro poiché sono state escluse le posizioni ‘short’ e alcuni Titoli di Stato. Non sembra inoltre essere piaciuto al mercato l’inatteso cambio al vertice annunciato oggi da Barclays. Intanto Obama “regala” per il Labour Day una serie di piani di stimolo all’economia, che illustrerà nel dettaglio domani da Cleveland. Nessun dato in agenda oggi. Bisognerà aspettare fino a giovedì con le richieste di sussidi alla disoccupazione e la bilancia commerciale per avere qualche nuova sullo stato di salute della locomotiva nordamericana. Sulle prime battute il Dow Jones lima lo 0,51% a 10.394 punti, l’S&P500 lo 0,65% a 1.097 punti, il Nasdaq lo 0,44% a 2.224 punti.