WALL STREET RESTA VITTIMA DEI PERSONAL COMPUTER

24 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La settimana di contrattazioni a New York e’ partita con il piede sbagliato: tutti gli indici sono in perdita e il tabellone elettronico del Nasdaq, con una cessione vicina al 3%, scivola ancora sotto l’importante quota psicologica dei 4.000 punti.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.981,09 (-2,77%), il Dow Jones ha chiuso a 10.684,77 (-0,45%), l’S&P 500 a 1.464,25 (-1,08%) e il Russell 2000 a 514,25 (-1,62%).

Il settore tecnologico e’ stata la bestia nera della seduta, ma i risultati trimestrali diffusi in mattinata dalle societa’ del comparto non spiegano il brusco passo indietro del Nasdaq.

Gli investitori hanno accolto malissimo due rapporti diffusi in mattinata sulle vendite dei personal computer.

I dati pubblicati da Dataquest e Data Corp evidenziano che nel secondo trimestre la domanda di personal computer si e’ sensibilmente contratta negli Stati Uniti, mentre le esportazioni si mantengono forti.

Questi dati sono interpretati come un segnale di potenziale maturazione del mercato statunitense e potrebbero indicare che la nuova generazione di gadget elettronici in grado di collegarsi a Internet, sta diventando un serio rivale dei classici personal computer.

La reazione dei mercati, secondo molti operatori, e’ stata del tutto sproporzionata.

“Siamo in balia dei day trader – commenta un navigato broker di Wall Street – la volatilita’ fa sballare gli indici, ora che i gestori di fondi hanno chiuso il trimestre e sono partiti per le vacanze. Sara’ cosi’ per tutta l’estate”.

Sui listini in generale, tendenza al rialzo per farmaceutico, linee aeree, sanita’, alluminio, difesa e materiali da costruzione.

Segno meno, oltre che per i personal computer, per telecomunicazioni e Internet.

Tra i principali titoli in movimento a quest’oggi a Wall Street:

Nel settore della telefonia mobile, Deutsche Telekom (DT), la seconda societa’ europea di telefonia, ha siglato l’accordo di fusione con VoiceStream Wireless (VSTR) per $55,7 miliardi. Il titolo DT ha perso quasi il 13%, mentre il titolo VoiceStream ha perso il 13%.(Vedi articolo WSI delle 8:03)

Nel settore delle fibre ottiche, Corning (GLW) e’ in trattative avanzate per l’acquisizione della divisione fibre ottiche di Nortel Networks (NT); ne da’ notizia il Wall Street Journal di oggi. Il titolo Corning ha perso il 9%, mentre il titolo Nortel ha perso piu’ dell’ 1%. (Vedi articolo WSI delle 8:08)

Nel settore aereospaziale, ordini imprevisti per 110 aerei commerciali per un valore di $11 miliardi sono la carta con cui Boeing (BA), il primo costruttore aerospaziale del mondo, intende presentarsi al Farnborough International Air Show, in corso questa settimana vicino a Londra. Il titolo Boeing ha guadagnato quasi il 3%.(Vedi articolo WSI delle 9:11)

Nel settore farmaceutico, Merck & Co (MRK) ha chiuso il secondo trimestre fiscale con utili in rialzo del 16% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La societa’ ha registrato nel trimestre appena concluso un utile netto di $1,72 milioni, pari a 73 centesimi per azione. Gli analisti avevano previsto un utile di 69 centesimi per azione. Il titolo Merck ha guadagnato piu’ del 9%.(Vedi articolo WSI delle 9:12)

Nel settore industriale, la britannica Tomkins (TKS) ha deciso di scaricare la divisione Smith & Wesson, la leggendaria casa produttrice di fucili e revolver. Il titolo Tomkins ha guadagnato quasi l’ 1%.(Vedi articolo WSI delle 9:17)

Nel settore Internet, Priceline.com (PCLN), la societa’ che consente agli utenti di decidere il prezzo di acquisto per una serie di prodotti e servizi, ha registrato nel secondo trimestre un fatturato piu’ che triplicato a quota $351,1 milioni. Il titolo Priceline ha perso piu’ del 21,5%.(Vedi articoli WSI delle 9:25 e delle 12:29)

Nel settore industriale, Black & Decker (BDK), il primo produttore al mondo di attrezzature da lavoro e per il fai-da-te, ha chiuso il secondo trimestre con utili in rialzo del 17% grazie alle forti vendite. La societa’ ha registrato un utile netto di $83 milioni, pari a 97 centesimi per azione. Gli analisti avevano previsto un utile di 94 centesimi per azione. Il titolo Black & Decker ha perso quasi l’ 1%.(Vedi articolo WSI delle 9:38)

Nel settore delle telecomunicazioni, Marconi PLC (MCONY) ha ottenuto un contratto da 3,24 miliardi di euro ($3,04 miliardi) per fornire servizi e apparecchi per la rete ottica a British Telecommunications (BTY). Il titolo Marconi ha perso quasi l’ 1%, mentre il titolo British Telecommunications ha perso quasi l’ 1,5%.(Vedi articolo WSI delle 9:43)

Nel settore aereospaziale, una divisione di Telecom Italia (TI) insieme a GE Americom di General Electric (GE), Astrolink LLC, TRW Inc. (TRW) e Liberty Media Group (LMGA) hanno siglato una commessa del valore di $1 miliardo a International Launch Services, la controllata di Lockheed Martin (LMT) che offre missili per la messa in orbita di satelliti. Il titolo Lockheed ha guadagnato quasi l’ 1%, il titolo Telecom Italia ha perso quasi il 2%, il titolo General Electric ha perso lo 0,5%, il titolo TRW ha perso lo 0,5%, mentre il titolo Liberty Media Group ha guadagnato quasi l’ 1%.(Vedi articolo WSI delle 10:10)

Nel settore industriale, le recenti difficolta’ registrate da Texas Instruments (TXN) nel comparto dei prodotti per l’archiviazione dati possono condizionare i risultati trimestrali della societa’ attesi per questa sera alla chiusura dei mercati. Lo afferma un comunicato di Merrill Lynch diffuso questa mattina. Il titolo Texas Instruments ha guadagnato l’ 1,25%.(Vedi articolo WSI delle 10:22)

Nel settore dell’abbigliamento sportivo, Fila Holding (FLH), controllata al 54,6% da Hdp, ha acquisito da Black Leisure la quota del 40% di Fila Uk per 12 milioni di sterline. Il titolo Fila ha chiuso le contrattazioni invariato.(Vedi articolo WSI delle 10:33)

Nel settore dei pneumatici, Goodyear Tire & Rubber Co (GT), il primo produttore al mondo, ha chiuso il secondo trimestre con un utile, esclusi gli oneri straordinari, di 41 centesimi per azione, in rialzo del 9% sull’anno e al di sopra delle aspettative del mercato.Il titolo Goodyear ha guadagnato quasi il 2,5%.(Vedi articolo WSI delle 10:41)

Nel settore farmaceutico, Pharmacyclics Inc. (PCYC) ha perso quest’oggi quasi il 13% dopo che la rivista Barron ha affermato che la societa’ non ha ancora ottenuto risultati sostanziali con la sperimentazione di Xcytri, un farmaco per il tarttamento del cancro.(Vedi articolo WSI delle 14:28)

Nel settore informatico, Dell Computer (DELL) ha perso oltre l’ 11,5% dopo la notizia che le vendite di personal computer stanno diminuendo sul mercato americano.(Vedi articoli WSI delle 8:16 e delle 15:25)

Nel settore petrolifero, Enron (ENE) ha chiuso il secondo trimestre con un utili in rialzo del 30%, al di sopra delle aspettative di Wall Street. La societa’ ha registrato nel corso del trimestre appena concluso un utile netto di 34 centesimi per azione, in rialzo rispetto ai 26 centesimi dello stesso periodo dell’anno precedente. Gli analisti avevano previsto un utile di 32 centesimi. Il titolo Enron ha chiuso la giornata di contrattazioni praticamente invariato.(Vedi articolo WSI delle 15:54)

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al New York Stock Exhange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(LU) Lucent Technologies Inc. 23,020,600 50.125 -1.000 -1.96%;

(T) AT&T Corp. 15,684,400 33.438 -0.813 -2.37%;

(NT) Nortel Networks Corporation 13,307,500 80.188 -1.063 -1.31%;

(PFE) Pfizer Inc 12,807,200 47.625 +1.750 +3.81%;

(MRK) Merck & Co., Inc. 12,271,900 69.625 +5.875 +9.22%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 12,350,300 26.563 -1.188 -4.28%;

(TXN) Texas Instruments Incorporated 11,865,900 64.313 +0.813 +1.28%;

(AOL) America Online, Inc. 11,785,600 56.000 -1.625 -2.82%;

(TYC) Tyco International Ltd. 10,063,900 56.000 +1.625 +2.99%;

(DT) Deutsche Telekom AG 9,812,600 44.875 -6.625 -12.86%.

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 59,803,100 130.375 -4.438 -3.29%;

(DELL) Dell Computer Corporation 36,262,300 46.313 -6.063 -11.58%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 26,037,200 66.188 -1.938 -2.84%;

(ERICY) Ericsson 24,410,700 20.188 +0.375 +1.89%;

(MSFT) Microsoft Corporation 24,460,800 70.406 -1.906 -2.64%;

(INTC) Intel Corporation 18,083,400 138.000 -0.188 -0.14%;

(ORCL) Oracle Corporation 17,728,900 75.563 +0.125 +0.17%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 16,872,700 100.563 -3.438 -3.31%;

(VSTR) VoiceStream Wireless 16,247,300 130.125 -19.625 -13.11%;

(GENU) Genuity Inc. 15,653,500 9.906 -0.219 -2.16%.