Wall Street parte cauta, sale attesa per mercato lavoro di domani

6 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio incerto per la borsa di Wall Street in una giornata ancora caratterizzata dai dubbi sul futuro finanziario della Grecia e dai timori per una estensione del “caso-Atene” ad altri stati membri dell’Unione Europea. Non hanno aiutato nemmeno le parole del presidente della Bce Jean Claude Trichet che, in seno alla conferenza seguita alla riunione della Bce per decidere in materia di tassi (poi lasciati come da attese invariati all’1%), ha affermato che la ripresa economica globale presegue moderata, e che un eventuale rischio di default della Grecia è fuori discussione. A luci ed ombre i dati macroeconomici diffusi prima dell’opening bell: mentre la produttività del 1* trimestre è cresciuta più delle attese, i sussidi alla disoccupazione sono risultati sostanzialmente in linea con le stime senza tuttavia anticipare nulla di nuovo circa il complessivo stato di salute del mercato del lavoro, i cui attesissimi dati verranno diffusi domani. Sulle prime battute, il Dow Jones lima lo 0,26% a 10.839 punti, l’S&P500 lo 0,34% a quota 1.161, mentre il Nasdaq arretra dello 0,37% a 2.395 punti. Occhi puntati sul comparto retail con la diffusione dei dati sulle vendite di aprile di molti importanti players del settore. C’è attesa inoltre per il discorso del presidente della Fed Ben Bernanke in audizione davanti alla Chicago Federal Reserve Bank in occasione di una conferenza.