WALL STREET LANCIATA AL RIALZO, NASDAQ +1.9%

24 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di settimana molto positivo per gli indici americani, che hanno ripreso la via dei rialzi spinti in particolare dalla forza del dollaro.

Il Dow Jones guadagna l’1,18% a 9724, l’S&P500 l’1,31% a 1048 e il Nasdaq l’1,91% a 1930 punti.

Quasi tutti i trenta titoli che compongono il Dow Jones stanno guadagnando terreno, con Hewlett-Packard a guidare la lista dei migliori. Rialzi superiori all’1% per le blue chips DuPont, General Motors, Intel e Citigroup. Quest’ultima in mattinata ha ricevuto un upgrade da AG Edwards, che ha alzato il rating sull’azienda da Hold a Buy. In rosso solo AT&T e Boeing.

Oggi non sono attesi dati macroeconomici, e molti operatori hanno gia’ rivolto l’attenzione a domani, quando sara’ pubblicato il dato rivisto sul Pil del terzo trimestre. Il consensus parla di una revisione dal 7,2% al 7,3%.

Sugli altri mercati sono in calo i titoli di Stato, colpiti dalla crescente fiducia degli operatori sulla ripresa dell’economia Usa. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.186% contro il 4.147% della chiusura di venerdi’. Dopo lo scivolone della settimana scorsa, che ha portato il dollaro ai minimi storici contro l’euro, il biglietto verde sta guadagnando terreno nei confronti delle altre valute. Il cambio con euro e yen e’ rispettivamente a 1.1793 e 109.09. Nel tardo pomeriggio di venerdi’ a New York i cambi erano a 1.1917 e 108.77.

La forza del dollaro si fa sentire in particolare sul mercato dell’oro, che in questo momento cede $3.90 a $391.90 all’oncia (prezzo spot). In ribasso, infine, il petrolio: il future con scadenza gennaio segna -58 centesimi a $31.03 al barile. Giovedi’ scorso il prezzo del greggio si era spinto ai massimi di otto mesi ($33.55) – da Target News, in tempo reale per gli abbonati a INSIDER.