WALL STREET EUFORICA PER FRENATA ECONOMIA USA

7 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tutti i principali indici di borsa hanno chiuso la seduta vicino ai massimi di giornata. Il tabellone elettronico del Nasdaq tiene saldamente la riconquistata soglia dei 4.000 punti, mentre le Blue Chip rimbalzano sulla prospettiva di tassi d’interesse stabili.

Il Nasdaq ha chiuso a 4.023,20 (+1,58%), il Dow Jones ha chiuso a 10.635,98 (-1,47%), l’S&P 500 a 1.478,90 (+1,53%) e il Russell 2000 a 528,22 (+0,94%).

L’economia americana ha creato in giugno il numero di posti di lavoro piu’ basso degli ultimi quattro anni, inviando ai mercati un chiaro segnale: il passo di crescita sta finalmente rallentando.

In giugno infatti sono stati creati 206.000 posti di lavoro; le stime dei principali analisti si erano attestate per una crescita di 250.000 unita’.

La disoccupazione si e’ tuttavia ulteriormente ridotta, passando dal 4,1% di maggio al 4% in giugno.

Il dato e’ in linea con le aspettative di mercato e si avvicina al minimo storico degli ultimi trent’anni, toccato in aprile con un tasso di disoccupazione del 3,9%.

Wall Street ha accolto il rapporto, diffuso in prima mattinata dal dipartimento del Lavoro Usa, come la garanzia che la Federal Reserve non mettera’ mano ai tassi d’interesse. Almeno nel breve periodo.

Il Nasdaq e’ in testa ai guadagni e il rialzo – superiore all’1,5% – sconta le formidabili batoste subite dalle societa’ che si sono presentate con bilanci trimestrali deludenti.

Gli investitori non hanno perdonato la minima incertezza nei risultati e i titoli delle societa’ che non hanno saputo raggiungere gli obiettivi sono stati venduti senza esitazioni.

Sui listini sono in rialzo il settore della grande distribuzione, bancario, socio-sanitario, ristorazione, sistemi di commutazione, semiconduttori, biotecnologici.

Perdono il settore della contrattazione titoli, chimico, tabacco, bevande analcoliche, gestione ospedaliera.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore automobilistico, Ford (F) è pronto per lanciare una joint-venture con la società cinese Chongqing Changan Automobile. Insieme costruiranno una berlina familiare a un prezzo contenuto, destinata al mercato cinese. Il titolo ha guadagnato alla chiusura delle contrattazioni lo 0,25%.(vedi articolo WSI delle 04:51)

Nel settore delle telecomunicazioni, T-Online International, la divisione Internet di Deutsche Telekom (DT), ha intenzione di acquistare da Walt Disney (DIS) il 25% del motore di ricerca tedesco Infoseek. Il titolo Deutsche Telecom ha guadagnato quasi il 2,5%, mentre Walt Disney ha guadagnato quasi l’ 1%.(vedi articolo WSI delle 06:26)

Nel settore finanziario, Merrill Lynch (MER), la piu’ grande banca d’investimenti del mondo, sta considerando di eliminare circa 2.000 posti di lavoro dalla sua divisione di brokeraggio; lo riferiscono fonti interne alla societa’. Il titolo ha perso l’ 1,5%.(vedi articolo WSI delle 07:41)

Nel settore informatico, il consiglio di amministrazione di Gtech (GTK) ha costretto alle dimissioni l’amministratore delegato e il direttore generale della societa’. La decisione e’ stata maturata per il deludente andamento del titolo in borsa e per una errore nei pagamenti dei premi ai vincitori della lotteria inglese. Il titolo Gtech ha segnato un ribasso di quasi il 2%.(vedi articolo WSI delle 08:17)

Nel settore Internet, questa mattina Deutsche Bank ha ridotto il rating di Yahoo! (YHOO), il primo portale di accesso a Internet per numero di visitatori, portandolo da “Strong Buy” a “Buy”. Il titolo Yahoo! ha perso il 5,5%.(vedi articolo WSI delle 08:51)

Nel settore delle telecomunicazioni, le tre maggiori societa’ di telefonia mobile coreane hanno annunciato questa mattina di voler puntare sulle nuove tecnologie sviluppate da Nokia (NOK), Ericsson (ERICY) e NTT DoCoMo (NTDMY) voltando le spalle a Qualcomm (QCOM). Il titolo Qualcomm ha perso quasi l’ 8%, Nokia ha guadagnato il 3,25%, Ericsson ha guadagnato il 3,5%.(vedi articolo WSI delle 09:38)

Nel settore delle telecomunicazioni, PeopleSoft Inc (PSFT) ha guadagnato quasi il 14% dopo che la banca d’affari Lehman Brothers ne ha migliorato il giudizio portandolo da “Neutral” a “Outperform” sulla base dei buoni fondamentali.(vedi articolo WSI delle 09:39)

Nel settore del trasporto aereo, United Airlines (UAL) e’ stata forzata a cancellare 4.800 voli estivi dopo che un gruppo di membri del sindacato piloti si e’ rifiutato di lavorare. Il titolo ha perso lo 0,5%.

Nel settore delle bevande analcoliche, PepsiCo (PEP) ha perso il 3% dopo che la banca d’affari Salomon Smith Barney ne ha ridotto il rating da “Buy” a “Outperform”.

Nel settore dei software, Microsoft (MSFT) ha accettato di limitare i propri investimenti a una quota di minoranza in Telewest Communication, compagnia inglese di comunicazioni via cavo a larga banda. Il titolo Microsoft ha guadagnato l’ 1,5% .(Vedi articolo WSI delle 10:34)

Nel settore della telefonia, Verizone (VZ), il colosso nato dalla fusione tra Bell Atlantic e GTE, ha segnato un rialzo di quasi il 3%.

Nel settore dei software, Neon System (NESY), ha segnato una perdita quasi del 18% sull’anticipazione di risultati trimestrali deludenti. La softwarehouse prevede, su un fatturato di $7,3 miliardi, utili compresi tra i $100 mila e i $200 mila pari a uno o due centesimi di dollaro per azione, ben al di sotto dei 13 centesimi indicati dagli analisti di First Call/Thomson Financial.(Vedi articolo WSI delle 10:46)

Nel settore delle reti per comunicazioni, Cisco Systems(CSCO), il piu’ grande produttore di tecnologie per network, ha acquisito per $210 milioni Netiverse, una societa’ specializzata nello sviluppo di sistemi in grado di velocizzare l’accesso a Internet. Il titolo ha guadagnato piu’ dell’ 1%.(Vedi articolo WSI delle 11:20)

Nel settore farmaceutico, il titolo Mentor (MNTR) ha perso il 18% dopo l’annuncio di utili deludenti nel primo trimestre. La societa’ prevede adesso di chiudere il trimestre con un utile compreso tra i 32 e i 34 centesimi per azione. Le aspettative degli analisti di First Call/Thomson Financial si attestavano a 37 centesimi per azione.(Vedi articolo WSI delle 11:22)

Nel settore finanziario, il broker online E*Trade (EGRP) apre le porte ai giovani proponendo un nuovo conto corrente indirizzato agli studenti universitari. Il titolo ha perso quasi l’1%.(Vedi articolo WSI delle 11:29)

Nel settore editoriale, Borders Group (BGP) ha deciso di interrompere le trattative con i tre possibili acquirenti Brain Capital, Apollo Management e Blackstone Group. Il titolo Borders Group guadagna quasi l’1,5%.(Vedi articolo WSI delle 12:52)

Nel settore dei software, Brio Technology (BRIO) ha chiuso la seduta con una perdita del 56,75% dopo che la societa’ specializzata nelle applicazioni per il commercio elettronico ha chiuso il primo trimestre fiscale con utili ben al di sotto delle aspettative del mercato.(Vedi articolo WSI delle 12:34)

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al New York Stock Exhange (dati delle di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli)

(MOT) Motorola, Inc. 14,624,200 32.938 +0.938 +2.93%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 14,025,400 26.000 +1.000 +4.00%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 13,121,400 56.313 +1.938 +3.56%;

(AOL) America Online, Inc. 11,099,100 57.438 +1.188 +2.11%;

(T) AT&T Corp. 10,635,000 32.813 -0.438 -1.32%;

(PFE) Pfizer Inc 10,302,000 46.188 -0.375 -0.81%;

(NOK) Nokia Corporation 9,041,200 53.688 +1.688 +3.25%;

(HD) Home Depot, Inc. 9,247,000 55.375 +4.125 +8.05%;

(WMT) Wal-Mart Stores, Inc. 9,079,900 61.750 +4.250 +7.39%;

(Q) Qwest Communications International Inc. 8,719,400 55.313 +0.500 +0.91%.

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli)

(BVSN) BroadVision, Inc. 38,255,100 40.188 -13.438 -25.06%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 27,733,100 65.500 +0.750 +1.16%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 26,814,500 56.875 -4.813 -7.80%;

(MSFT) Microsoft Corporation 25,065,400 82.125 +1.188 +1.47%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 24,671,400 116.500 +2.500 +2.19%;

(DELL) Dell Computer Corporation 20,599,100 50.563 +2.813 +5.89%;

(INTC) Intel Corporation 16,735,700 139.125 +2.500 +1.83%;

(BRIO) Brio Technology, Inc. 15,885,500 8.563 -11.250 -56.78%;

(ERICY) Ericsson 16,151,900 21.563 +0.563 +2.68%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 15,060,200 47.125 +0.688 +1.48%.