Wall Street di buon umore grazie a Intel e JP Morgan

13 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’opening bell risuona a festa oggi per la borsa più grande del mondo, che può vantarsi degli ottimi conti di due colossi del calibro di Intel e JP Morgan. L’umore oltreoceano è dunque più che mai buono grazie anche a quanto emerso dai verbali della riunione del Fomc dello scorso 21 settembre. Finalmente sembra che vi sia una certa uninimità tra i membri della Federal Reserve sull’esigenza di dare una spinta all’economia statunitense attraverso nuove immissioni di liquidità e nuove misure di allentamento monetario, tra cui l’acquisto di Treasury. E anche se qualche esponente del Board pensi che si debba aspettare ancora qualche dato macro, sembra che ormai il dado sia tratto. Per quanto riguarda Intel, il colosso dei chip ha riportato un balzo dei profitti del 59% grazie alla solida domanda da parte delle aziende. Quest’ultimo dettaglio, in verità atteso da molti analisti, conferma l’attuale stato di salute delle corporates che non esitano ad “ammodernare” le proprie apparecchiature informatiche. Buone nuove anche da JP Morgan, che può contare su utili in crescita ben al di sopra delle aspettative. Scarsi spunti sono giunti dal fronte macroeconomico, che prevedeva oggi solo i prezzi import/export. I primi sono scesi poco più delle attese, mentre i prezzi all’esportazione hanno registrato un incremento superiore al consensus. Sulle prime battute l’S&P500 segna un guadagno dello 0,47% a 1.175 punti, il Dow Jones dello 0,33% a 11.056 punti, il Nasdaq dello 0,56% a 2.431 punti.