Mercati

Wall Street debole, ma S&P e Dow Jones al nuovo record di sempre

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

NEW YORK (WSI) – Wall Street debole, a fronte del balzo del dollaro. In particolare, il biglietto verde è salito fino a 113,62 yen, al record dal dicembre del 2007.

Il Bloomberg Dollar Index è inoltre al valore più alto dal giugno del 2010, complici i dati economici resi noti la settimana scorsa, che hanno messo in evidenza la solidità dell’economia avallando la tesi di un rialzo dei tassi da parte della Fed.

Il Dow Jones e lo S&P 500 hanno testato entrambi nuovi valori record. In particolare, lo S&P 500 è salito fino a 2.012 punti per poi riscendere. Da segnalare che l’indice è balzato +7% nelle ultime due settimane, riportando la performance migliore dal marzo del 2011, ed è avanzato +8,4% dal minimo in sei mesi testato lo scorso 15 ottobre.

Secondo gli analisti, il focus dei mercati sarà sulle elezioni di medio termine degli Stati Uniti, in calendario nella giornata di domani. Un sondaggio stilato congiuntamente dal Wall Street Journal e da NBC News mostra come i repubblicani potrebbero controllare il Congresso, sebbene con un margine ridotto.

A pesare nella sessione oedirna sono i dati sull’attività manifatturiera relativa all’Eurozona. L’indice Purchasing Managers’Index relativo al mese di ottobre e stilato da Markit è sceso a 50,6 dai 50,7 inizialmente attesi, a conferma di un’espansione del settore più debole del previsto. In più, il Pmi cinese reso noto nel fine settimana è sceso al minimo in cinque mesi.

Reso noto anche l’Ism manifatturiero degli Stati Uniti di ottobre, salito a 59 punti, al massimo dal marzo del 2011. La spesa per le costruzioni relativa al mese di settembre è scesa invece dello 0,4% al valore stagionale di $950,9 miliardi.

Tra i titoli attenzione al balzo di Sapient, oltre +42%, dopo che il gruppo pubblicitario francese Publicis (-2,19%), ha annunciato di aver raggiunto un accordo per $3,7 miliardi per acquistare il gruppo americano. Publicis pagherà $25 per ogni titolo Sapient, valore a premio del 44% rispetto al valore con cui Sapient ha chiuso le contrattazioni di venerdì, 31 ottobre.

Sempre dal fronte aziendale, Laboratory Corp of America Holdings (LH) ha reso noto che acquisterà Covance (CVD, balzo oltre +25%), per $5,9 miliardi in cash e azioni.

ALTRI MERCATI – In ambito valutario, il biglietto verde ha toccato i massimi di sette anni sullo yen e di due anni sulla moneta unica. L’euro -0,26% a $1,2491; dollaro/yen +1,35% a JPY 113,82; euro/franco svizzero +0,02% a CHF 1,2056; euro/yen +1,12% a JPY 142,21.

Riguardo alle materie prime, i commodities, i futures sul petrolio -0,30% a $80,30 al barile, quotazioni oro -0,32% a $1.167,80.